Achraf Hakimi
Achraf Hakimi

Milano, 29 giugno 2020 – L’Inter è vicinissima al colpo Achraf Hakimi, esterno classe 1998 del Real Madrid in prestito al Borussia Dortmund. Il laterale marocchino, che l’Inter ha apprezzato nel doppio confronto di Champions League, sta per sbarcare a Milano con un colpo sotto traccia e a sorpresa della coppia Beppe Marotta e Piero Ausilio. Accordo economico con giocatore e Real Madrid già trovato, restano solo alcuni dettagli da sistemare.

48 ORE – Le prossime 48 ore dovrebbero essere quelle dello sbarco del marocchino a Milano per le visite mediche e la firma del contratto. L’accordo con il Real prevede il pagamento di 40 milioni di euro di parte fissa più 5 di bonus, mentre al calciatore quinquennale da 5 milioni a stagione. Un investimento oneroso per l’Inter ma che va a colmare quella lacuna sugli esterni che nel 3-4-1-2 di Conte diventa basilare risolvere. Il giocatore è atteso nelle prossime 48 ore a Milano per le visite mediche, poi andrà in vacanza essendo il campionato tedesco già concluso. Arriverà freschissimo alla prossima stagione. Per chiudere il cerchio mancano solo alcuni dettagli, tra questi la modalità di pagamento del cartellino. E’ un grande colpo per l’Inter, uno di quelli che possono solo far sognare i tifosi.

PINAMONTI VERSO LA JUVE – Nemmeno la Juve sta a guardare e pensa di portare un ex nerazzurro a Torino. Si tratta a sorpresa di Andrea Pinamonti, ceduto dall’Inter al Genoa a febbraio per 18.5 milioni di euro, con un accordo sulla parola per una recompra nerazzurra nel 2021 a circa 20 milioni. In realtà le priorità della dirigenza dell'Inter potrebbero essere altre e questo contro riscatto potrebbe saltare, da qui l’assalto della Juve in una operazione allestita con Raiola. Pinamonti, cresciuto nelle giovanili dell’Inter, può dunque sbarcare in bianconero, non per restare subito in pianta stabile ma probabilmente per essere ceduto in prestito nuovamente al Genoa per farsi le ossa in Serie A. D’altronde, i rapporti tra bianconeri e grifone sono ottimi e non dovrebbe essere un problema convincere Preziosi e il giocatore a chiudere l’affare.