Steven Zhang
Steven Zhang

Milano, 28 maggio 2021 – Mentre l’Inter lavora alla chiusura dell’accordo con Simone Inzaghi, l’ufficialità potrebbe slittare di qualche giorno per motivi legali, ma la fumata bianca c’è già, trapelano nuovi dettagli sul prestito da 270 milioni di euro che garantirà Oaktree. Il prestito ponte produrrà un cambiamento nella catena di controllo lussemburghese che detiene il 68% delle quote.

Grand Tower nuova controllante

Il prestito garantirà all’Inter 270 milioni di euro circa per garantire la continuità aziendale in questa fase di crisi pandemica, dall’altro lato Suning dovrà impegnarsi per restituire il finanziamento entro tre anni. In pegno ci sarebbero le azioni del club. Ma ci sono ulteriori dettagli, e riguardano le controllanti. Il finanziamento di Oaktree ha prodotto una variazione della holding lussemburghese che controlla l’Inter. Sarà infatti Grand Tower a detenere il 68% delle quote, che a sua volta è controllata da un’altra società lussemburghese, la Grand Sunshine. Non è finita, perché Grand Sunshine è controllata da Great Horizon, società da cui sarebbe stato veicolato il prestito. Quest’ultima, prima del finanziamento, era azionista di maggioranza del club in maniera diretta e fa parte comunque di Suning Group. Sono i primi movimenti societari relativi al prestito, mentre dal punto di vista tecnico e dirigenziale non ci sarebbero grosse novità. Marotta ha contratto e infatti sta continuando a lavorare e il cambio riguarda solo la panchina con l’avvicendamento tra Conte e Inzaghi. Già in questi giorni sarebbero arrivati nelle casse del club i primi 50 milioni di euro di finanziamento. E il mercato? Non cambia nulla, si andrà di autofinanziamento, ma resta da capire se le cessioni riguarderanno big della squadra oppure solo gli esuberi o i prestiti. Bastoni rinnova, mentre potrebbero riprendere gli interessamenti del mercato per Hakimi e Lautaro.

Juve, torna Allegri: "Ripartiamo con Max"