Inter cooperativa del gol
Inter cooperativa del gol

Milano, 29 ottobre 2021 – Ha ripreso la marcia l’Inter con la vittoria di Empoli, campo che storicamente non porta male, e prosegue anche la cooperativa del gol. Milan e Napoli hanno vinto, ma la squadra di Inzaghi ha tenuto il passo con un meno sette che può essere visto come un distacco importante seppur recuperabile. C’è chi è più indietro e pare già spalle al muro, l’Inter invece è ancora in corsa e si avvicina il doppio confronto contro chi è capolista, il Milan il 7 novembre, il Napoli il 21 dopo la sosta. Prima ci sono due partite altrettanto importanti: Udinese e Sheriff, fondamentali per arrivare allo snodo cruciale sia del campionato che della Champions League.

D’Ambrosio il dodicesimo in gol

Cooperativa del gol, si diceva. Se da un lato Dzeko e Lautaro sono ai primi posti della classifica marcatori, dall’altro l’Inter si conferma squadra in grado di mandare tanti giocatori in gol. L’ultimo è stato mercoledì Danilo D’Ambrosio, ovvero il dodicesimo nerazzurro a segnare in questa Serie A. Non solo, colpi di testa determinanti e l’Inter è in vetta: sono otto i gol di testa in questo campionato, nessuno un Serie A ha fatto meglio. Fisicità, gol da tutti i reparti, cooperativa che funziona anche quando si fa affidamento sulle riserve.

Barella quota 100

No, non è niente di pensionistico, anzi. Nicolò Barella ha raggiunto quota 100 presenze con l'Inter grazie alla titolarità nel match di Empoli. L’esordio con la maglia nerazzurra è datato 26 agosto 2019 in Inter-Lecce 4-0, per un percorso fatto di 73 partite in Serie A m anche 8 in Coppa Italia, 13 in Champions League e 6 in Europa League. Punto fermo sia con Conte che con Inzaghi, l’ex Cagliari è componente determinante di un centrocampo di grande tempra e qualità. Ma c’è anche un’altra quota 100 raggiunta mercoledì, è quella di Stefan de Vrij che ha toccato tripla cifra da titolare con la maglia dell’Inter.

Leggi anche - Milan, Kjaer rinnova fino al 2024