Stefano Sensi
Stefano Sensi

Milano, 19 agosto 2021 - A dieci giorni dalla fine del mercato, l'attacco dell'Inter per la prima di campionato contro il Genoa è mezzo azzoppato. Con Lautaro Martinez squalificato, Simone Inzaghi sfoglia la margherita dei rimasti. C'è il neo arrivato Edin Dzeko e poco altro, se non il giovane Satriano.

Sensi a fianco di Dzeko

Il neo allenatore nerazzurro dovrà inventarsi una nuova soluzione, e quella più praticabile appare riproporre quanto visto con la Dinamo Kiev: Stefano Sensi a supporto di Edin Dzeko. Dovrebbero essere loro due a prendersi sulle spalle l'attacco, con il giovane Satriano pronto ad entrare a partita in corso. Ancora fuori l'infortunato Alexis Sanchez. In avanti dovrà dare una mano anche Hakan Calhanoglu, in veste sia di mezzala ma anche di incursore in fase offensiva.

Fasce a Darmian e Perisic

Negli altri reparti, in attesa che Dumfries possa ambientarsi e debuttare, le fasce dovrebbero essere ad appannaggio di Ivan Perisic e Matteo Darmian, mentre in mediana regia a Brozovic con Barella e Calhanoglu a supporto. Si tratta di una Inter nuova, magari più improntata alla zona centrale in attesa che le nuove ali possano debuttare. In difesa schieramento standard con Skriniar, De Vrji e Bastoni a proteggere il capitano Samir Handanovic.

Ds Mochengladbach: "Non vorremmo cedere Thuram"

 

In ottica mercato, viste le difficoltà per Zapata e Correa, l'Inter avrebbe provato a sondare il terreno per Marcus Thuram del Borussia Mochengladbach assistito da Mino Raiola, con il quale l'Inter ha chiuso Dumfries. Il club tedesco ha messo in vetrina negli ultimi due anni il figlio d'arte e non vorrebbe privarsene, parola del Ds Max Eberl: "Siamo in ottimi rapporti con Raiola - le sue parole - Non vorremmo privarci di Thuram, crediamo possa fare ancora molto al Gladbach".

Leggi anche - Juve, ufficiale Locatelli