Inter-Eintracht (Ansa)
Inter-Eintracht (Ansa)

Milano, 14 marzo 2019 – L’Inter è fuori anche dall’Europa League. I nerazzurri sono stati sconfitti in casa nella gara di ritorno dall’Eintracht Francoforte per una rete a zero, ha deciso Jovic abile a sfruttare un errore grossolano di De Vrji in avvio di gara. Da lì in avanti una Inter priva di idee e a corto di rotazioni non è più riuscita a ribaltare il risultato. 

DE VRIJ FATALE - Spalletti sceglie Keita punta dal primo minuto, al suo fianco Politano e Perisic, in difesa c’è Skriniar. I tedeschi con Haller e Jovic e soprattutto 13mila tifosi al seguito. La partita inizia immediatamente con un brivido, Handanovic salva un diagonale di Kostic, sulla ribattuta Haller colpisce la traversa. L’Inter si salva subito, ma si capisce che sarà una serata difficile. Infatti capitola già al 5’: De Vrji sbaglia clamorosamente un colpo di testa all’indietro e spalanca la via della porta a Jovic che con un delizioso pallonetto bacia il palo e batte Handanovic. Choc Inter. I nerazzurri provano la reazione, ma al 18’ Keita sbaglia un facile controllo lanciato a rete indisturbato. Dall’altra parte l’Eintracht riparte e punge, Haller trova il raddoppio ma è offside, mentre Handanovic deve metterci una pezza sul sinistro di Gacinovic. Al 45’ il risultato premia meritatamente l’Eintracht che ha trovato con rapidità quello che gli serviva, cioè il gol in trasferta. 

SUPER HANDANOVIC - La ripresa prosegue sullo stesso partito, l’Inter si scopre cercando di vincere la partita e passare il turno, i tedeschi ripartono. Al 55’ il piede di Handanovic mura il sinistro di Haller. Spalletti si gira verso la panchina ma non ha particolari armi, e allora arriva il momento di Ranocchia al posto di Cedric. I nerazzurri sono spaccati a metà, in 6 attaccano e in 4 difendono, col rischio concreto di capitolare in contropiede al cospetto della tecnica e della velocità dell’Eintracht. Al 70’ ci prova Skriniar, avanzato mediano, con un destro da fuori che sibila di poco a lato. Spalletti si gioca il tutto per tutto e butta nella mischia il giovane della Primavera Esposito per Borja Valero, ma manca lucidità nella squadra nerazzurra che sembra crederci poco nella rimonta nonostante gli ospiti sprechino tre contropiedi in superiorità numerica. In pieno recupero ci sono altri due miracoli di Handanovic, ma servono a poco perché l’Inter non ha le idee e la forza per ribaltare il risultato e di fatto Trapp deve sbrigare solo la normale amministrazione. Vince e passa l’Eintracht, l’Inter saluta l’Europa sulle gambe nella settimana del derby: per Spalletti un momento complicato. 

 

Inter-Eintracht, rivivi la diretta testuale

Formazioni ufficiali

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, De Vrij, Skriniar, D'Ambrosio; Borja Valero, Vecino; Candreva, Perisic, Politano; Keita. Allenatore: Spalletti.

L'Eintracht Francoforte (3-4-1-2): Trapp; Hasebe, Hinteregger, N'Dicka; Da Costa, Rode, Willems, Kostic; Gacinovic; Haller, Jovic. Allenatore: Peintinger (Hutter squalificato) 

Arbitro: Hategan (Romania).

Europa League, il tabellone completo degli ottavi di finale

I tifosi dell'Eintracht invadono Piazza Duomo a Milano (LaPresse)