Denzel Dumfries
Denzel Dumfries

Milano, 4 settembre 2021 – Fino a qui i nuovi acquisti nerazzurri hanno messo una marcia in più per vincere le prime due partite ufficiali contro Genoa e Verona. Hakan Calhanoglu ed Edin Dzeko determinanti al debutto, Joaquin Correa decisivo al Bentegodi con due gol che hanno portato tre punti. All’appello, se così si può dire, manca ancora Denzel Dumfries.

Obiettivo Samp?

Per il neo arrivato olandese, in sostituzione di Hakimi, qualche scampolo di match contro il Genoa, ma davanti all'Inter si presenta il primo ciclo di ferro di calendario e ci sarà bisogno di tutta la rosa. Si parte il 12 con la Samp, ma già il 15 c’è il big match di Champions contro il Real Madrid. Ecco allora che in una delle due Dumfries dovrebbe partire dall’inizio. Forse a Marassi, per dare un po’ di fiato al convincente Darmian che ha già assimilato gli schemi di Inzaghi e, soprattutto, è un giocatore esperto del campionato italiano. Non ci sarà molto tempo per lavorarci visto che Dumfries è in nazionale, ma Simone Inzaghi avrà il compito di inserirlo velocemente e il più concretamente possibile. Da valutare il fattore energia, perché la sosta per le nazionali potrebbe farlo tornare più stanco e allora la prima ipotesi potrebbe invertirsi: Darmian a Genova e Dumfries con il Real, anche considerando che successivamente ci saranno Inter-Bologna il 18 e Fiorentina-Inter il 21. Tutte partite complicate.

Rinnovo Brozovic

Terminato il mercato, per la dirigenza nerazzurra ci sarà ora una urgenza impellente: il rinnovo di Marcelo Brozovic. Il croato viaggia verso la scadenza e, per evitare cessioni a parametro zero, Marotta e Ausilio dovranno trovare un accordo con il suo entourage. C’è ancora distanza tra richiesta e offerta, con Epic Brozo che vorrebbe un ingaggio da top player sui 5 milioni più bonus. Il croato è ormai un interista dentro e ci sono possibilità per venirsi incontro, ma lo stesso dovrà fare la società verso di lui. I colloqui proseguiranno.

Leggi anche - Under 21, Italia-Lussemburgo 3-0