Lautaro Martinez (foto ufficiale Inter)
Lautaro Martinez (foto ufficiale Inter)

Milano, 3 gennaio 2020 - Il 2021 inizia bene per l'Inter che nel primo match dell'anno ha rifilato sei gol al Crotone. Partita comunque non facile per i nerazzurri che infatti sono andati in svantaggio nel primo tempo - chiuso poi sul 2-2 - e hanno dovuto mettere le marce alte nella ripresa. Decisivo Lautaro Martinez che con tre gol sigilla l'ottava vittoria consecutiva dei suoi.

Vidal ingenuo


Per la prima dell'anno Conte si affida al ritorno di Vidal, nella norma le altre scelte. Come spesso accade, l'Inter si complica la vita da sola e mette in mostra qualche distrazione difensiva di troppo. Attorno al 10' minuto il Crotone assalta la porta nerazzurra e al terzo tentativo, dopo una serpentina di Messias e una uscita bassa di Handanovic, arriva il vantaggio con Zanellato, tutto solo di testa sugli sviluppi di un corner. Prova a reagire l'Inter ma è Messias a sprecare un'altra buona chance incespicando davanti da Handanovic. Inter distratta, ma con tanta qualità, infatti al 23' una splendida palla verticale di Lukaku viene sfruttata da Lautaro per il pari. Nella fase centrale di tempo i nerazzurri prendono il sopravvento e al 31' trovano anche il vantaggio. La combinazione è splendida, coinvolge Lukaku che apre per Barella che centra per Lautaro, irrompe Marrone che deposita nella propria porta, 2-1. Ma proprio quando l'Inter sembra aver preso il comando delle operazioni arriva la doccia fredda con un ingenuo intervento di Vidal che pesta Reca in area di rigore, Aureliano non vede ma il Var sì: rigore. Golemic trasforma il pari al 35'.

Lautaro super


Nella ripresa Conte inizia con Sensi al posto di Vidal e l'Inter ne trae beneficio. Il Crotone è squadra che gioca al calcio e si scopre, così i nerazzurri trovano spazio. Il vantaggio è frutto di un'altra ottima combinazione, tacco di Lukaku, appoggio di Brozovic e tocco sotto di Lautaro, 3-2 al 57'. La partita scorre dunque in discesa, il Crotone non ne ha più per controbattere e l'Inter riparte con quaità. Al 64' il quarto, lancio profondo per Lukaku che resiste di fisico a Luperto e batte Cordaz. Non c'è più gara, infatti arriva anche il quinto: diagonale di Perisic, neo entrato, ribattuta di Cordaz e tap in di Lautaro per la tripletta personale. Nel finale di gara apprensione per Lukaku che si accasia per una contrattura alla coscia e nella settimana da tre partite può essere un problema. L'Inter si diverte e chiude il set all'87' con una rasoiata mancina di Hakimi. Non c'è altro da segnalare, l'Inter dunque riparte con forza e vigore in campionato e si issa momentaneamente in testa alla classifica in attesa del Milan.

Leggi anche - Dove vedere Benevento-Milan