Joaquin Correa
Joaquin Correa

Milano, 11 agosto 2021 - Sta arrivando alle strette finali il mercato in entrata dell'Inter. Sacrificati Hakimi e Lukaku, il club nerazzurro punta a trovare in tempi rapidi i possibili sostituti. Sulla fascia Raiola è lavoro per Dumfries, mentre in avanti Dzeko è già a Milano per visite e firma e se saltasse Duvan Zapata si andrebbe forti su Joaquin Correa.

30 milioni per il tucu

Simone Inzaghi lo ha già avuto e sa quanto può dare davanti in termini di qualità e velocità, anche in contropiede. Se la partenza di Lukaku, noto galoppatore in campo aperto, non può essere rimpiazzata dal solo Dzeko, caratteristiche diverse, dall'altro Simone Inzaghi sta lavorando con la dirigenza per un doppio colpo offensivo. Duvan Zapata assomiglierebbe in parte a Romelu, ma costa tanto e l'Atalanta non scende sotto una quotazione di 40 milioni, ecco perché l'agente di Dzeko, che è lo stesso di Correa, sta lavorando sul passaggio del biancoceleste a Milano. L'Inter avrebbe pronti 30 milioni, Lotito ne chiede 40 ma la base è buona anche per sbloccare il mercato biancoceleste con Sarri impaziente di lavorare alla nuova creatura al completo. A Correa andrebbero quattro milioni a stagione e ci sarebbe il sì di massima. Insomma, l'idea sarebbe Dzeko più Zapata ma molto più razionalmente arriveranno il bosniaco e Correa.

Onana per la porta

 

Già diversi mesi fa vi avevamo raccontato di un forte interesse dell'Inter per Onana dell'Ajax, fermo ai box per una squalifica di doping derivante da un errore del giocatore che ha scambiato un medicinale della moglie per aspirina. Onana va in scadenza nel 2022 e l'idea dell'Inter è prelevarlo a parametro zero da febbraio, con il totale assenso del giocatore che ha detto di no al Lione, squadra a cui l'Ajax avrebbe voluto venderlo. Con ogni probabilità sarà lui il dopo Handanovic.

Leggi anche - Juve, incontro per il rinnovo di Dybala