Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 21 maggio 2021 – Con l’ufficialità del prestito di Oaktree, l’Inter ha sistemato le sue tensioni finanziarie a causa Covid e ora può programmare con maggior serenità il futuro. Il prestito dal fondo Usa di quasi 270 milioni di euro serve per garantire la continuità aziendale ma non per avere ulteriori risorse sul mercato. Servirà l’autofinanziamento. Non sarebbero invece in ballo le quote di Lion Rock. Ma la seconda partita si gioca sul tavolo di Antonio Conte, perno del progetto tecnico nerazzurro.

La squadra gli chiede di restare

La permanenza di Antonio Conte è basilare e fondamentale anche per il futuro dei big della squadra. In settimana il gruppo ha festeggiato lo scudetto a cena e il coro verso l’allenatore è unanime: resta. Ma la situazione non dipende solo da Conte, anzi è soprattutto la proprietà a dover chiarire il futuro. C’è da programmare una stagione, che significa non solo il mercato ma anche il calendario, tra ritiro estivo e amichevoli: servirà dunque un colloquio con il presidente Steven Zhang. Sulla base di quello che la proprietà riferirà al tecnico verrà poi presa una decisione. Diventa una discriminante la programmazione e la strategia di Suning che dovrà far capire a Conte quali saranno le prospettive future: il ciclo potrà continuare oppure per ragioni di cassa ci sarà uno smantellamento? Se Zhang garantirà a Conte che i titolari non verranno venduti allora si potrà sul serio continuare assieme e dall’altro lato la squadra attende solo di capire se l’allenatore deciderà di proseguire. Senza Conte cadrebbe tutto.

Prestito da finanziatore

Per garantire il futuro è servito anche in prestito da 270 milioni di euro dal fondo Usa Oaktree. Non sarà utilizzato sul mercato in entrata, serve l’autofinanziamento, quindi pochi ritocchi ma utili, magari facendo cassa con gli esuberi o i riscatti, e non sarà utilizzato per scalare l’Inter partendo dalle quote di Lion Rock. Questa ipotesi viene smentita, ma Oaktree avrà in pegno le quote maggioritarie dell’Inter se Suning non onorerà il prestito entro tre anni. Le risorse verranno dirottate dalla lussemburghese Great Horizon.

Leggi anche - Mercato, Douglas Costa verso il Gremio