Edinson Cavani
Edinson Cavani

Milano, 25 maggio 2020 – E’ sempre più solido il legame tra Pirelli e Inter, anche se nel futuro potrebbero essere ridisegnate sponsorizzazioni e strategie. Resterà però l’apporto del noto marchio di pneumatici al fianco di Suning in questa fase di grande rilancio dell’Inter. Lo ha affermato l’amministratore delegato di Pirelli Marco Tronchetti Provera a ‘La politica nel pallone’ a Radio Rai.

AMBIZIOSI CON SUNING – Da oltre vent’anni Pirelli è sponsor di maglia dell’Inter, un binomio indissolubile e che è continuato anche con la nuova proprietà cinese. Sono cambiati i proprietari, Moratti, Thohir e Suning, ma Pirelli è rimasta. Le parole di Tronchetti Provera: “Il nostro legame con l’Inter rimarrà, vedremo quale ma con Suning i progetti restano ambiziosi – ha affermato – In questa fase abbiamo lasciato un mondo ed entreremo in un altro, vedremo come sarà l’Inter da giugno in avanti”. Già, lasciata una Inter in difficoltà nella lotta Scudetto, ora se ne potrebbe scoprire un’altra: “Abbiamo lasciato con un Eriksen tutto da scoprire e dobbiamo capire se questi due mesi saranno serviti a far maturare un grande potenziale – l’analisi di Tronchetti Provera – Conte avrà certamente chiarito che tipo di Inter sarà ed è un tecnico che ha qualità straordinarie, ora ha una opportunità e una squadra forte”.

CON CAVANI… - Poi ci sono i sogni, e oggi portano il nome di Edinson Cavani. Potranno gli interisti sopportare la cessione di Lautaro e l’entrata del matador? Il pensiero del dirigente Pirelli: “Cavani è un fuoriclasse – ha ammesso – Se venisse all’Inter spero possa ripetere le stagioni straordinarie che ha avuto fino a qui e nel nostro campionato giocatori esperti come Cristiano Ronaldo stanno dimostrando di essere grandi campioni anche in età avanzata”. E forse sognare ad occhi aperti sia Cavani che Werner è troppo, ma forse non per Tronchetti Provera: “La cessione di Lautaro sarebbe dolorosa, ma con Cavani e Werner assieme potremmo essere più forti che con Lautaro e Icardi, a maggior ragione se Eriksen tornasse quello di un tempo”.