13 dic 2021

Inter, Calhanoglu super e difesa di ferro: ecco il primato

Nerazzurri in vetta, Calhanoglu determinante assieme alla cooperativa del gol e alla difesa: la squadra di Inzaghi gira

manuel minguzzi
Sport
Hakan Calhanoglu e Lautaro Martinez
Hakan Calhanoglu e Lautaro Martinez

Milano, 13 dicembre 2021 - Cinque vittorie consecutive valgono il primato in solitaria. Simone Inzaghi ha ora l'Inter che voleva, agile in fase di possesso, arcigna in fase di non possesso, di qualità e di gamba, di fioretto e sciabola. Primo posto con un punto di vantaggio, è partita la difesa dello Scudetto dopo che a inizio stagione i nerazzurri erano scesi a meno 7 dalla vetta.

Calhanoglu a marce alte

Il tanto discusso arrivo di Hakan Calhanoglu, ovviamente i tifosi milanisti sono inviperiti per la scelta del turco, ha pagato. Il numero 20 ha messo lo zampino in otto gol dell'Inter con cinque reti e tre assist. Qualità e copertura, assistenze e inserimenti, calci piazzati, visioni, è oggi un Calhanoglu in fase evolutiva rispetto alla precedente esperienza in rossonero. Record anche in salsa turca, come riporta il sito ufficiale nerazzurro: Calhanoglu è diventato il primo degli 11 giocatori turchi che hanno giocato in Serie A nell’era dei tre punti a toccare la soglia delle 150 presenze nella competizione.

Cooperativa del gol e clean sheets

 

Continua a marciare forte la cooperativa del gol nerazzurra. Si è aggiunto un nuovo protagonista, ovvero Alexis Sanchez che ora pare rientrato nelle rotazioni dopo le polemiche di un paio di mesi fa. Il cileno è il quindicesimo giocatore ad aver segnato almeno una rete nella Serie A 2021/2022, in un attacco, tra l'altro, che gira a meraviglia pur con interpreti diversi: 98 reti segnate nell'anno solare, solo nel 1950 l'Inter fece meglio con 99 gol. Bene anche la difesa, quarto successo di fila senza subire gol, per un totale di 15 reti subite da inizio campionato a oggi che valgono la seconda miglior difesa del torneo. Simone Inzaghi ha assemblato, per ora, una rinascita importante dopo gli addii di Hakimi e Lukaku, due giocatori che quasi sono stati dimenticati. Per il momento è vetta, poi la Champions e la sfida affascinante al Liverpool.

Leggi anche - Sorteggi di Champions ripetuti: ecco gli avversari di Inter e Juve



 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?