Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 4 luglio 2020 – Orario insolito per una gara di Serie A, domani l’Inter giocherà a San Siro con il Bologna alle 17.15. Per Antonio Conte la possibilità di dare seguito alla buona prova disputata con il Brescia nonostante qualche assenza di troppo, ma almeno torna a disposizione Brozovic. I nerazzurri, però, non si fidano di un Bologna pericoloso e ben messo in campo dall’ex Sinisa Mihajlovic.

ENTUSIASMO – Note positive per l’Inter dopo la netta vittoria contro le rondinelle, la squadra sta bene e ha entusiasmo, ma domani sarà una partita più dura e spigolosa: “Stiamo bene e l’entusiasmo è importante, ci deve essere tutti i giorni – ha affermato Conte – Incontreremo una squadra che è in forma fisicamente e credo sarà una bella partita. Il Bologna ha valori importanti ed è allenata da un grande tecnico”. Conte poi ricorda la gara di andata, vinta a fatica: “Sappiamo la partita che ci aspetta domani, loro giocano a ritmi alti e piace anche a noi. Ricordo il match di andata, vincemmo ma faticammo”. Un commento anche su Sinisa Mihajlovic, rinato dopo la malattia, e sull’eterno Palacio, ex della partita: “Stanno facendo un grande campionato, Rodrigo è un giocatore molto intelligente e sa come muoversi, Sinisa invece sta dimostrando tutto il suo valore sia come allenatore che come uomo”.

TURNOVER – Conte potrà sicuramente ruotare di più gli uomini di rispetto a Mihajlovic e poi l’Inter quest’anno è una specie di cooperativa del gol. Il suo pensiero: “Sei marcatori diversi contro il Brescia? E’ un ottima notizia, significa che portiamo tanti uomini in gol e c’è un coinvolgimento totale in entrambe le fasi”. La buona notizia per Conte è la possibilità di fare turnover: “La rosa ampia permette di ruotare e creare competizione dentro al gruppo, il lavoro quotidiano permette a tutti di entrare in campo sapendo esattamente come fare”.