Mauro Icardi
Mauro Icardi

Milano, 6 novembre 2018 - Un punto prezioso per l’Inter. La squadra di Spalletti pareggia uno a uno a San Siro contro il Barcellona e mantiene tre lunghezze di vantaggio sul Tottenham con due partite da giocare. Al gol di Malcolm all’82’ ha risposto il solito Mauro Icardi, le chance di qualificazione sono intatte.

Inter-Barcellona 1-1, rivivi la diretta testuale

Napoli-Psg in tv, formazioni e diretta

Champions League: tabellone, risultati live e dirette

BARCELLONA A COMANDARE - Spalletti con la formazione tipo, Nainggolan trequarti con Politano e Perisic ai lati e Icardi di punta, Valverde, senza Messi, risponde con Coutinho, Suarez e Dembele. Il primo squillo è proprio di quest’ultimo con un destro che Handanovic deve deviare a mano aperta, poco dopo, su un rinvio errato del portiere nerazzurro, Suarez spara alto dal limite. Ancora il ‘pistolero’ al 22’, Jordi Alba lo serve in profondità per lo stop e il pallonetto di destro che sfila a lato. L’Inter tiene il campo a fatica e non impegna più di tanto Ter Stegen, pur creando qualche situazione pericolosa con le incursioni di Perisic e Politano. Al 30’ una azione insistita del Barcellona porta Dembele ad essere murato da due passi, poi Skriniar salva nei pressi della porta con Handanovic scavalcato in uscita da Arthur. Il Barcellona fa la partita, l’Inter prova a ripartire con velocità e forza, ma nel finale di tempo è ancora Coutinho ad impegnare Handanovic dai 25 metri. Seppur con qualche sofferenza di troppo, all’intervallo il risultato è di zero a zero.

BOTTA E RISPOSTA - La ripresa si apre con lo stesso spartito ed è ancora il Barcellona a rendersi pericoloso con una stoccata mancina di Coutinho che trova i guantoni di Handanovic. I nerazzurri faticano a contenere le scorribande blaugrana e al 60’ si salvano miracolosamente su una ripartenza che porta Rakitic a calciare a tu per tu con Handanovic che blinda il risultato. Sulla successiva ribattuta il croato serve Suarez che trasforma in rete ma la palla era precedentemente uscita dal campo. Spalletti prova a cambiare le cose e toglie uno spento Nainggolan con l’ordine di Borja Valero. La grande chance nerazzurra arriva poco dopo, Perisic fugge in contropiede sulla fascia sinistra e pennella per la testa di Politano, palla di un soffio a lato. Ma quando l’Inter sembrava riuscire a contenere bene gli avversari, trovando anche spunti interessanti in ripartenza, il neo entrato Malcom trova il sinistro vincente che batte Handanovic a otto dalla fine. Sembra tutto finito, la doccia fredda, il gol vittoria di una squadra superiore. Invece l’Inter ha una risorsa fondamentale, il capitano Icardi. E’ lui a farsi trovare pronto in area dopo un batti e ribatti su incursione di Vecino: destro sotto le gambe di Ter Stegen e uno a uno. San Siro in festa, il punto è importante in ottica qualificazione. Non succede altro, i nerazzurri faticano ma mostrano la mentalità ritrovata di chi soffre e non si arrende. Ora ci si gioca tutto a Londra contro il Tottenham.

Tabellino

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino 5, Brozovic (39' st Martinez); Politano (35' st Candreva), Nainggolan (16' st Borja Valero), Perisic; Icardi. In panchina: Padelli, Baldè, Miranda, D'Ambrosio. Allenatore: Spalletti. 
Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piquè, Lenglet, Alba; Rakitic, Busquets, Arthur (27' st Vidal); Dembelé (35' st Malcom), Suarez, Coutinho. In panchina: Cillessen, Semedo, Rafinha, Alena, Chumi Allenatore: Valverde. 
Arbitro: Marciniak (Polonia)
Reti: 38' st Malcom, 42' st Icardi
Note - Ammoniti: Rakitic, Brozovic, Perisic. Angoli: 9-3 per il Barcellona. Recupero: 0'; 3'.