Alessandro Antonello
Alessandro Antonello

Milano, 11 novembre 2021 – Momento importante per l’Inter, anche se c’è la sosta di campionato. Progetto stadio, le voci continue sulla possibile cessione del club da parte di Suning, Interspac che prova a dare una mano e il capitolo rinnovi. A Tutti Convocati su Radio 24 ha fatto il punto della situazione l'Ad nerazzurro Alessandro Antonello.

Diffidenza continua, ma progetto a lungo termine

Proseguono i rumors attorno all’Inter, soprattutto in relazione all’interesse del fondo PIF per il club e con Suning che non avrebbe chiuso la porta. Di questo e di altro ha parlato l’Ad Alessandro Antonello, cercando di difendere il progetto societario a lungo termine: “Dispiace la diffidenza rispetto al club – le sue parole – Sentiamo quotidianamente il presidente e gli interisti sono sempre un po’ diffidenti, ma lo sforzo profuso dimostra i fatti. Il progetto è a lungo termine al netto dei rumors”. Sempre su questo campo, c’è da tenere in considerazione il progetto Interspac, ma al momento l’Inter è chiara: “Ogni idea è sempre tenuta in considerazione, ma attualmente è un progetto non ancora idoneo e nulla ci è stato presentato”.

Stadio nel 2027

Punto di svolta anche per quanto riguarda il nuovo stadio. La data del 2027 sembra essere quella giusta e lnter e Milan si stanno muovendo in tal senso: “Nel 2027 l’inaugurazione? Se non dovessero esserci intoppi l’idea è quella – la conferma di Antonello – Vogliamo arrivare il prima possibile al nuovo stadio e il progetto è fatto di due fasi diverse, una sulla struttura e l’altra sulla parte di real estate. Ora dobbiamo definire lo sviluppo progettuale”.

Scudetto e rinnovi

 

Inter campione d’Italia in carica e a meno sette dal Milan affrontato di recente nel derby, poi il Napoli di Spalletti che viaggia forte. Il pensiero di Antonello: “Le nostre rivali sono forti, il campionato è avvincente e noi speriamo di ben figurare. Siamo qui per fare il meglio possibile. Inzaghi? Sta lavorando bene e ci auguriamo il passaggio del turno in Champions perché ha implicazione economiche importanti”. In casa nerazzurra è tempo di rinnovi, ufficiali quelli di Lautaro e Barella, c’è ancora lavoro da fare su Brozovic: “Il rapporto con i giocatori è ottimo – chiosa Antonello – Riconosceremo i risultati conseguiti e sicuramente la pandemia porta a fare riflessioni concordate, cercando soluzioni condivise. Brozovic è una pedina strategica per noi”.

Leggi anche - Italia-Svizzera, Mancini punta su Barella