Sebastian Giovinco
Sebastian Giovinco

Milano, 29 dicembre 2021 - "Lorenzo, avendo vinto l'Europeo e avendo buoni rapporti con la Nazionale, mi auguro non esca dai radar azzurri. Io parlo della mia esperienza: da quando mi sono trasferito in Canada, ne sono uscito un po'. Ma magari a lui non capiterà e non rischierà la convocazione". Chi meglio di Sebastian Giovinco per dare un consiglio a Lorenzo Insigne sulla decisione da prendere in merito alla possibilità di cambiare vita, lasciare Napoli e volare a Toronto? Probabilmente nessuno, dato che l'ex Juventus e Parma ha vissuto quella stessa città, la Mls e l'avventura al Toronto Fc dal 2015 al 2019, vincendo il campionato nel 2017 e collezionando 141 presenze e 83 gol. 

Il peso dei soldi

"Toronto è una città bellissima, si vive benissimo. Abbiamo deciso di stare qui con la mia famiglia. Per quanto riguarda Lorenzo la situazione è diversa rispetto alla mia. Ero ai margini della Juve, lui è capitano del Napoli", il commento di Giovinco ai microfoni di Sky Sport. Secondo gli ultimi aggiornamenti, la società canadese sarebbe vicina al sì del numero 24 dei partenopei, il cui contratto con il Napoli scade nel prossimo giugno. A convincere Insigne ecco la ricchissima offerta messa sul piatto dal Toronto, che conterebbe sul classe '91 a cominciare dalla stagione ventura. "La mia proposta era arrivata, e c'erano tanti soldi. Si diceva di una cifra monstre, ma una volta arrivato non era quella. Perché qui in America ci sono tante tasse. La cifra non è al netto. Al di là di quello, è un'esperienza che rifarei. La sua offerta? Dipende da come sarà. Ripeto, quando scelsi io, solo dopo ho saputo che la cifra sarebbe stata diversa". 

Leggi anche: Napoli, i top e i flop del 2021