Mirante (ANSA)
Mirante (ANSA)

Milano, 13 ottobre 2021 – Sarà di almeno dieci settimane lo stop a cui sarà costretto il portiere del Milan Mike Maignan. L’estremo difensore transalpino, come anticipato ieri dal club, è stato infatti sottoposto oggi a un intervento chirurgico per riparare una lesione al legamento del polso sinistro. Durante l’intervento – che è perfettamente riuscito come annunciato dal club rossonero – è stata posizionata anche “una vite percutanea nello scafoide per una sofferenza vascolare”. Il giocatore dovrà osservare un periodo di sei settimane di immobilizzazione della parte interessata dall’intervento e poi potrà cominciare il percorso riabilitativo che dovrebbe durare altre quattro settimane circa”. Per far fronte a questa pesante assenza, il Milan è corso ai ripari e nella serata di ieri ha trovato l’accordo con Antonio Mirante, trentottenne portiere svincolato dopo l’esperienza alla Roma. Oggi Mirante ha svolto le visite mediche di rito e poi ha firmato un contratto fino al termine della stagione con opzione per un’ulteriore annata.

Theo Hernandez positivo al Covid-19

Le tegole per il Milan non sono però finite; il club di via Aldo Rossi, oggi, ha infatti reso nota la positività al Coronavirus di Theo Hernandez, di rientro dagli impegni con la nazionale francese, con la quale ha vinto la Nations League da protagonista. Il terzino classe 1997 – fa sapere il Milan – sta bene ed è già in isolamento domiciliare. Mister Stefano Pioli, in vista del match di sabato contro il Verona e soprattutto del delicatissimo impegno di Champions League contro il Porto, dovrà quindi ancora una volta fare i conti con l’emergenza infortunati e con un assenza pesantissima sulla corsia di sinistra dove potrebbe essere chiamato in causa Ballo-Tourè.