Francesco Acerbi
Francesco Acerbi

Roma, 29 dicembre 2020 - Si riparte. Terminati i cinque giorni di riposo concessi da Simone Inzaghi alla squadra, la Lazio si è ritrovata al centro sportivo di Formello per riprendere gli allenamenti. Alle 11.30 l’arrivo, poi il consueto giro di tamponi per i controlli che hanno riguardato il gruppo squadra insieme a staff e dirigenza. Infine il pranzo insieme e la seduta scattata alle 14.30. La Lazio ripartirà da Marassi, dove incontrerà il Genoa di Ballardini, tornato nuovamente alla corte di Preziosi dopo l’esonero di Maran, per risollevare le sorti del club rossoblu. Per Inzaghi arrivano subito buone notizie, quelle che tutti aspettavano da tempo. Acerbi e Leiva, che avevano saltato le sfide contro Benevento, Napoli e Milan, si sono riaggregati al resto della squadra per la sgambata di ripresa. Per loro una blanda seduta, evitando i contrasti nelle fasi di possesso palla e nella partitella finale. Inutile correre rischi ulteriori, si procederà con cautela per il loro recupero completo.

In campo anche un’altra nota lieta. Si è rivisto infatti Lulic, che ha svolto il riscaldamento in gruppo e poi un lavoro differenziato di allunghi. Per lui gennaio sarà il mese decisivo per provare a forzare col lavoro la caviglia e capire meglio se potrà tornare a dare il suo contributo alla squadra. Aumentare i carichi giorno dopo giorno e recuperare massa fisica, questo il suo obiettivo dopo un anno lontano dai campi da gioco. La sua ultima gara infatti, risale a febbraio 2020, quando è iniziato il suo lungo calvario. Soltanto lavoro in palestra per Luiz Felipe e Correa, quest’ultimo alle prese con un’elongazione al polpaccio. Ancora out invece Parolo per un problema alla caviglia, così come Fares, che proverà il rientro a metà gennaio dopo lo stiramento muscolare al polpaccio rimediato in campionato.

Leggi anche - Lazio, Immobile fino al 2025: il bomber pronto a rinnovare