9 apr 2022

Infantino: "Troppo tempo perso nelle partite". Al Mondiale gare da quasi 100 minuti?

Sul tavolo l'ipotesi di introdurre il tempo effettivo, per la quale però serve una modifica regolamentare da parte dell’Ifab. Nel frattempo si pensa di disputare nel recupero tutti i minuti persi 

francesco bocchini
Sport
Gianni Infantino
Gianni Infantino

Milano, 9 aprile 2022 - Dopo quella riguardante il passaggio da tre a cinque sostituzioni per partita, il mondo del calcio potrebbe essere presto toccato da un'altra novità importante. L'ipotesi in questione riguarda l'introduzione del tempo effettivo, per la quale però serve una modifica regolamentare da parte dell’Ifab. La Fifa vorrebbe un cambio di rotta già per il Mondiale in Qatar, in occasione del quale - secondo Gianni Infantino - si arriveranno a disputare anche gare quasi da 100 minuti, così da renderle il più funzionali possibile sul piano dello spettacolo. In sostanza, nel tempo di recupero si andrebbero a disputare quei minuti persi durante i primi e i secondi 45' regolamentari. 

Il pensiero di Infantino

"Dobbiamo fare una riflessione sul tempo effettivo di gioco - le parola di Infantino, numero uno della Fifa, a BeIN Sports - C'è molto tempo perso in ogni partita. Se allo spettatore viene chiesto di pagare un biglietto per vedere 90 minuti di calcio e una partita dura invece 50 minuti, c'è qualcosa che deve essere rivisto. Non dico di giocare per 100 minuti, ma senza dubbio i minuti di recupero che un arbitro concede devono essere legati strettamente al tempo perso durante la gara". 

Leggi anche: Napoli-Fiorentina, probabili formazioni e dove vederla

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?