Mauro Icardi
Mauro Icardi

Milano, 27 maggio 2020 – Tutto sembra indirizzato verso il riscatto da parte del Paris Saint Germain di Mauro Icardi, anche se lo spauracchio Juve è dietro l’angolo. I due club sono vicini ad un accordo sulla base di una cifra leggermente inferiore rispetto a quella pattuita in estate, ma per Beppe Marotta resta comunque un buon affare la cessione dell’argentino, ormai fuori dal progetto Conte, per poter reinvestire sul mercato.

60 MILIONI – Il calcio post coronavirus sarà diverso da quello precedente e in una fase di crisi economica è lecito pensare a qualche sconto di mercato pur di chiudere una operazione. L’estate scorsa Psg e Inter si erano accordate sul riscatto di Icardi per una cifra di 70 milioni di euro, più clausola da 15 milioni se i parigini avessero ceduto l’attaccante ad un’altra squadra italiana. A distanza di un anno quella cifra può essere rivista al ribasso e ai nerazzurri potrebbe andare bene: Icardi è fuori dal progetto, deve essere ceduto definitivamente e tutto sommato si può trovare una soluzione che vada bene a tutti. La prima offerta del Psg era di 55 milioni più bonus, ma molto probabilmente si chiuderà a 60 milioni col mantenimento della clausola sulla futura cessione in Italia. E’ fatta? Non del tutto, c’è la Juve

12 MILIONI DI INGAGGIO – A tentare Mauro Icardi, secondo i media francesi, sarebbe il nuovo inserimento della Juventus che avrebbe messo sul piatto un ingaggio da 12 milioni di euro. Una proposta che fa vacillare Maurito, già in estate tentassimo di accettare il bianconero, e pone il Paris Saint Germain sull’attenti. Da Torino dunque si alza l’asticella, ma Paratici dovrebbe poi trovare un accordo economico con Marotta per la cessione del cartellino, e questa sarebbe tutta un’altra storia. Ad ogni modo, i giorni di trepidazione dell’estate 2019, con Icardi sul punto di finire alla Juventus, potrebbero rifare capolino a breve. Psg favorito, ma occhio alla Juve…