Zlatan Ibrahimovic (ANSA)
Zlatan Ibrahimovic (ANSA)

Bologna, 14 giugno 2020 – Il futuro di Zlatan Ibrahimovic sarà certamente uno dei temi che maggiormente terranno banco nella sessione estiva di calciomercato. Sempre più difficile una sua permanenza al Milan dopo l’acceso confronto di pochi giorni fa tra lo svedese – che avrebbe addirittura detto al dirigente di origini sudafricane “Questo non è più il mio Milan – e Ivan Gazidis.

Si affievoliscono però anche le possibilità di vedere il fuoriclasse nativo di Malmö con addosso la casacca del Bologna come ha ammesso oggi stesso ai microfoni di Radio Rai il direttore sportivo dei felsinei Roberto Bigon, che ha smorzato gli entusiasmi dei tifosi rossoblu: “Alcuni mesi fa Ibra ha avuto contatti con Sinisa Mihajlovic ma poi ha fatto altre scelte. Da allora non abbiamo più preso in considerazione la questione. La squadra non è da ricostruire, abbiamo un progetto tecnico preciso e avanzato che sarà guidato da Mihajlovic per un altro anno. Capisco la suggestione per i tifosi visto il nome ma non è una possibilità per noi”.

Resta in piedi quindi l’ipotesi di un ritorno di Ibra in patria dove potrebbe giocare per l’Hammarby, club del quale il giocatore è diventato comproprietario alcuni fa e con cui si è allenato durante il lockdown.