Higuain (ANSA)
Higuain (ANSA)
Buenos Aires (Argentina), 26 aprile 2020 – Gonzalo Higuain è tornato a parlare e lo ha fatto dall’Argentina – dove si trova per assistere la madre malata in attesa di poter rientrare in Italia per tornare ad allenarsi con la Juventus – togliendosi, nell’intervista concessa al periodico spagnolo Marca, anche qualche sassolino dalla scarpa in merito alla convivenza non facile con Aurelio De Laurentiis durante gli ultimi mesi trascorsi al Napoli: “Lasciare Napoli fu una mia scelta ma De Laurentiis mi spinse a prenderla. Tra di noi ormai non c’erano più rapporti e avevamo diverse vedute di pensiero. Non volevo più stare alle sue dipendenze.”

Il “Pipita” ha poi rivelato di essere persino stato vicino al ritiro dal calcio nel 2014 dopo essere stato eliminato ai Mondiali con la sua Argentina: “Ho ricevuto tante critiche dopo alcune sconfitte e mi ha ferito sentirmi dire che ero un fallito e non ero utile. Ero sul punto di smettere quell’anno ma mia madre mi convinse a continuare a giocare. Fosse stato per me avrei mollato tutto ma lei mi disse che non avrebbe mai permesso questo. Amo mia madre più di qualsiasi altra cosa”. Infine l’argentino ha anche parlato del suo passaggio dalla Juventus al Milan quando in  bianconero arrivò Cristiano Ronaldo: “Con l’arrivo di Ronaldo mi dissero che volevano fare un salto di qualità e che per me non c’era di fatto più spazio. Non chiesi io di andare. Mi cacciarono.”