Pep Guardiola (Ansa)
Pep Guardiola (Ansa)

Torino, 23 maggio 2019 - Si fanno sempre più insistenti le voci di un accordo tra Pep Guardiola e la Juventus. Le ultimissime news arrivano dall'Agi secondo cui la partita per il nuovo allenatore è praticamente chiusa: i bianconeri e il tecnico spagnolo avrebbero raggiunto un'intesa che impegnerebbe Guardiola con la Juve per quattro anni con uno stipendio di 24 milioni di euro a stagione. Dal Manchester City, attuale squadra di Pep, arrivano smentite. "Una corbelleria enorme: ha due anni di contratto con noi", fa sapere Alberto Galassi, avvocato italiano e membro del Cda della società inglese. 

Torniamo all'indiscrezione dell'Agi. L'agenzia riporta addirittura la presunta data della firma che sarebbe fissata per martedì 4 giugno. La presentazione sarebbe invece in programma per venerdì 14 giugno, giorno in cui i tour per visitare l'Allianz Stadium con il relativo Juventus Museum sono stati sospesi ("improvvisamente e misteriosamente", secondo l'Agi). E mentre di ufficiale ancora non c'è nulla, continua il tam tam dei tifosi su Internet. Guardiola, dal canto suo, ha già dichiarato a più riprese di trovarsi benissimo al Manchester City e di voler restare nel club con cui ha vinto la Premier League. 

Guardiola, la dichiarazione della Juve

 "Non commentiamo 'rumors' legati all'allenatore". Il portavoce della Juventus non conferma né smentisce le voci sull'imminente accordo, ma si trincera dietro uno dei più classici 'no comment'. La società bianconera conferma invece che il prossimo 14 giugno sono sospesi i tour per visitare l'Allianz Stadium, ma spiega che "ciò è dovuto a un evento commerciale che quel giorno si svolgerà  all'interno dello stadio".

La smentita di Galassi - Le nozze Guardiola-Juve è notizia "totalmente priva di fondamento - dice Galassi in un'intervista a Sky- Guardiola ha ribadito che vuole restare. Ha due anni di contratto con noi, e un club strutturato come la Juve come prima cosa avrebbe avvertito il City". 

La Juventus in Borsa

Seduta volatile per la Juventus vola in Borsa: in una giornata non esaltante a Piazza Affari, il titolo inizia controcorrente e arriva a salire  del 4% all'ora di pranzo, spinto proprio dalle indiscrezioni di stampa che danno per fatto l'accordo con l'allenatore spagnolo. Nel pomeriggio, dopo la smentita di Galassi, le azioni bianconere ritracciano per poi chiudere intorno alla parità (-0,14% a 1,44 euro)