Andreas Cornelius (Ansa)
Andreas Cornelius (Ansa)

Genova, 23 giugno 2020 - Il Genoa accoglie il Parma in un Marassi a porte chiuse per la 27esima giornata di Serie A. Gli ospiti aprono le marcature con Cornelius al minuto 18 e il Genoa fallisce l'opportunità di pareggiare con Criscito, che fallisce un calcio di rigore neutralizzato da Sepe. Ancora Cornelius realizza prima la propria doppietta personale al 33' e poi la tripletta al 53'. Un altro rigore al minuto 60 rimette in carreggiata i padroni di casa, grazie a Iago Falque che spiazza Sepe. Ma è solo un'illusione, perchè all'87' Kulusevski chiude definitivamente i giochi sul 4-1. Il Grifone annaspa a pari punti con il Lecce in terzultima posizione, mentre il Parma vola a -3 dal Napoli in zona Europa League.

Classifica Serie A, partite, calendario e risultati

Genoa-Parma 1-4, rivivi la diretta

PRIMO TEMPO - Il Genoa si presenta con il 3-5-2. Nicola sceglie Perin tra i pali, avanza Criscito sulla fascia nei cinque di centrocampo e mette come centrale nei tre di difesa Soumaoro. Davanti il tandem Pandev-Favilli. D'Aversa schiera il suo Parma con il 4-3-3. Sepe in porta, Gervinho, Kulusevski e Cornelius i tre in attacco. Gli ospiti sembrano decisamente più in palla in questo inizio di gara. Kulusevski trova un corridoio geniale al 14' per Gervinho, che da solo in area di rigore schiaccia la conclusione con il piatto destro e spedisce il pallone a lato. I padroni di casa sbandano in difesa e subiscono gol al 18'. Hernani mette in mezzo un buon cross rasoterra dalla destra, la sfera corre indisturbata attraverso l'area del Grifone finchè non la raccoglie Cornelius, che di destro a porta spalancata non sbaglia. La partita si accende all'improvviso: al 28' ancora Cornelius in sforbiciata sfiora la doppietta, ma Perin gli dice di no. Sul ribaltamento di fronte Sturaro calcia dal limite dell'area, Iacoponi si oppone con il braccio e l'arbitro concede il penalty. Criscito si presenta sul dischetto e viene ipnotizzato da Sepe, che devìa la conclusione sul palo e tiene i crociati in vantaggio. Passano pochi minuti e il Parma raddoppia sempre grazie a Cornelius. Laurini crossa dalla destra, il danese effettua un aggancio fantascientifico e calcia in mezzo alle gambe di Perin. 2-0 per gli ospiti al 33'. La prima frazione di gioco si conclude senza ulteriori emozioni.

SECONDO TEMPO - Il Parma dà sempre l'impressione di poter far male ad ogni incursione offensiva, ma il Genoa non si arrende anche se le idee sono poche. Al 50' ci prova Pandev con un tiro strozzato, Sepe blocca facile a terra. A chiudere la partita ci pensa ancora una volta l'asse Laurini-Cornelius. Il terzino destro pesca nuovamente la punta danese smarcata nel cuore dell'area genoana, la quale di testa non fallisce l'appuntamento con la tripletta al minuto 53. I rossoblù conquistano un altro rigore per fallo di mano di Laurini. Iago Falque va dal dischetto al posto di Criscito, che ha abbandonato il campo per infortunio, e realizza l'1-3 a mezz'ora dalla fine. I crociati abbassano il baricentro, il Genoa torna a crederci e spinge sull'acceleratore. Sturaro al 67' si inserisce e non trova la porta, Destro tre minuti dopo ci prova di testa ma colpisce alto. Le velleità degli uomini di Nicola crollano all'87', quando Kulusevski controlla sul centro-destra dell'area, va sul mancino e infila il portiere sul primo palo. L'estremo difensore del Genoa sventa il quinto gol con una gran parata allo scadere, ma il match finisce sull'1-4 per i crociati.

Tabellino

GENOA (3-5-2): Perin; Romero, Soumaoro, Masiello (27' st Barreca); Biraschi, Cassata (1' st Iago Falque), Schone, Sturaro, Criscito (12' st Behrami); Favilli (21' st Destro), Pandev (13' st Pinamonti). In panchina: Zapata, Goldaniga, Lerager, Ichazom Jagiello, Ghiglione. Allenatore: Nicola.

PARMA (4-3-3): Sepe; Laurini (21' st Darmian), Iacoponi, Bruno Alves (32' st Dermaku), Gagliolo; Brugman (33' st Scozzarella), Hernani (18' st Kucka), Kurtic; Kulusevski, Cornelius, Gervinho (21' st Barillà). In panchina: Regini, Karamoh, Caprari, Colombi, Radu, Sprocati, Pezzella. Allenatore: D'Aversa.
 
Arbitro: Giacomelli di Trieste. 

Reti: 18' pt, 33' pt, 8' st Cornelius, 14' st (rig.) Iago Falque, 42' st Kulusevski. Note: serata serena, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Iacoponi, Laurini. Angoli: 1-3. Recupero: 0' pt, 3'.