L'esultanza della Lazio al gol di Immobile
L'esultanza della Lazio al gol di Immobile

Genova, 3 gennaio 2020 - La Lazio non va oltre l’1-1 a Marassi contro il Genoa dell’ex Ballardini. I biancocelesti la sbloccano con il rigore di Immobile, poi sfiorano in diverse occasioni il raddoppio. Nella seconda frazione però, Destro riporta la gara in parità fissando il risultato.

Primo tempo

La Lazio parte meglio e con personalità comincia a spingere portandosi con insistenza nella metà campo genoana. All’undicesimo minuto di gioco Zapata travolge Milinkovic sulla linea dell’area di rigore. Calvarese assegna la punizione in favore della Lazio dal limite, poi il Var lo richiama per correggere la sua decisione. Dal dischetto va il solito Immobile, che spiazza Perin con freddezza sbloccando la gara di Marassi al 15esimo. La rete dopo pochi minuti non sazia i biancocelesti che continuano ad attaccare alla ricerca del raddoppio. Al 23esimo Milinkovic calcia una punizione dal limite andando a un passo dal secondo gol. Il Genoa soffre, perde Zapata per infortunio e non si fa vedere mai dalle parti di Reina. Al 40esimo la Lazio costruisce un’altra azione da gol. Milinkovic sventaglia da metà campo premiando lo scatto di Immobile. Controllo al volo e tiro di prima intenzione che termina di un soffio al lato, ma strappa gli applausi di Inzaghi. Al 42esimo il primo ed ultimo squillo del primo tempo degli uomini di Ballardini, con un inserimento di Pjaca alle spalle dei difensori capitolini e una conclusione da posizione defilata che Reina respinge senza particolari problemi in corner. 

Secondo tempo

La seconda frazione sembra invertire gli equilibri in campo. Ballardini inserisce Shomurodov e Zajc al posto di Pjaca e Rovella e i cambi sortiscono fin da subito l’effetto desiderato. Il Genoa guadagna campo e la Lazio è meno precisa, e infatti al 57esimo arriva la rete del pareggio. Contropiede orchestrato da Shomurodov, che serve Destro al momento giusto in area. L’attaccante è letale con Reina che non può nulla. La Lazio prova a reagire al 64esimo: testa di Luiz Felipe sulla punizione di Luis Alberto che diventa una sponda per Caicedo. L’ecuadoregno in girata da due passi però, mette clamorosamente al lato. Al 70esimo è ancora Shomurodov a bucare la difesa biancoceleste, ma la sua conclusione dall’interno dell’area finisce di poco fuori. Inzaghi prova il tutto per tutto all’80esimo, inserendo in campo Muriqi e Pereira al posto di Caicedo e Milinkovic. Le forze fresche però non cambiano le sorti della gara. Il Genoa si difende bene chiudendo gli spazi, la Lazio prova con pazienza a costruire azioni ma riesce ad arrivare dalle parti di Perin soltanto con una conclusione da fuori area di Escalante. Finisce in parità il match di Marassi. Un punto pesante per il Genoa, deludente per i capitolini.

Leggi anche - Prova di forza dell'Inter: 6-2 al Crotone, tripletta di Lautaro