Dybala segna al Genoa (Ansa)
Dybala segna al Genoa (Ansa)

Genova, 30 giugno 2020 - La Lazio chiama, la Juventus risponde. Dopo il successo biancoceleste sul campo del Torino, arriva quello della Vecchia Signora in casa del Genoa, che si arrende alle magie dei soliti noti, Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo. Per il terzo match consecutivo sono loro a sbloccare il punteggio, fissato sul definitivo 3-1 dai sigilli di Douglas Costa e Pinamonti. Madama torna così a +4 in classifica sulla più diretta concorrente, quella Lazio che prova a reggere in qualche modo il ritmo impressionante della capolista, alla quinta affermazione di fila in campionato. 

Serie A, risultati e classifiche

Genoa-Juventus 1-3, rivivi qui la diretta

ASSALTO BIANCONERO

Niente Sanabria e Pandev in avanti per mister Nicola, che si affida alla coppia Favilli-Pinamonti. Dall'altra parte Sarri sceglie Rabiot e non Matuidi, mentre Bernardeschi viene preferito a Douglas Costa. Aggressiva la partenza dei locali, anche se le prime occasioni sono per i campioni d'Italia: ci provano Bernardeschi e Ronaldo dalla lunga distanza, che trovano la respinta di Perin. La Vecchia Signora prende d'assalto la trequarti avversaria, il Grifone si arrocca dietro e alza il muro. Troppo debole il colpo di testa di Rabiot per impensierire Perin, mentre decisamente più velenoso è il tentativo da posizione defilata di Ronaldo, che impegna severamente il portiere rossoblù. E' l'ultima emozione di un primo tempo di marca bianconera. 

DYBALA E RONALDO, CHE MAGIE

Nonostante l'intervallo nel mezzo, il vantaggio ospite resta nell'aria e infatti arriva a inizio ripresa: strepitosa l'iniziativa al 50' di Dybala, che salta due difensori e con un rasoterra angolato batte l'ex compagno Perin. Come successo anche contro Bologna e Lecce, l'1-0 non accontenta la Juventus, che immediatamente sfiora il raddoppio di testa con Bernardeschi. Poco male per la squadra di Sarri, che trova il 2-0 un minuto più tardi con Ronaldo, che avanza e scarica un destro che fulmina Perin. Madama è totale padrona del campo, anche perché il Genoa è sulle gambe. I bianconeri corrono il doppio, se non il triplo degli avversari. 

GOLAZO DOUGLAS COSTA

Le cose vanno di male in peggio per il Grifone, che al 72' incassa anche la terza rete, che porta la firma del neo entrato Douglas Costa, autore di uno splendido sinistro a giro. Il golazo del brasiliano provoca la reazione dei liguri, che alla prima vera occasione fanno male a Szczesny con Pinamonti: il classe '99 approfitta di una mezza dormita della Juventus per portare il risultato sul 3-1. La Vecchia Signora cala dal punto di vista della concentrazione, ma ormai il risultato in ghiaccio e così i piemontesi possono festeggiare il quinto successo di fila in campionato e il nuovo +4 sulla Lazio. 

Tabellino

Genoa (3-5-2): Perin, Romero, Soumaoro, Masiello, Ghiglione (17' st Barreca), Cassata (32' st Pandev), Behrami, Schone (1' st Lerager), Sturaro (30' st Biraschi), Pinamonti, Favilli (1' st Sanabria) (Marchetti, Radaelli, Zapata, Goldaniga, Falque, Jagiello, Destro). All. Nicola.

Juventus ( 4-3-3): Szczesny, Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo, Bentancur, Pjanic (29' st Ramsey), Rabiot (38' st Matuidi), Bernardeschi (21' st Costa), Dybala (38'st Olivieri), Ronaldo (29' st Higuain). (Pinsoglio, Buffon, Rugani, Muratore, Wesley). All. Sarri. 

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Reti: nel st. 5' Dybala, 11' Ronaldo, 28' Douglas Costa, 31' Pinamonti. Angoli: 9 a 2 per la Juventus. Recupero: 1' e 4' . Ammoniti: Favilli , Schone, Bonucci, Sturaro, Cassata, Masiello per gioco scorretto.