24 apr 2022

Genoa-Cagliari 1-0, Badelj riporta in vita le speranze salvezza del Grifone

I liguri vincono lo scontro diretto con i sardi e tornano in carreggiata: discorso salvezza totalmente riaperto

gabriele sini
Sport
Genoa�s Milan Badelj jubilates after the end of Italian Serie A match, Genoa CFC vs Cagliari Calcio at Luigi Ferraris stadium in Genoa, Italy, 24 april 2022.
ANSA/LUCA ZENNARO
Badelj (Ansa)

Genova, 24 aprile 2022 - Il Genoa abbatte il Cagliari e alimenta le sue speranze di salvezza. Il verdetto della 34^ giornata di Serie A riporta in vita i liguri, che hanno vinto al Ferraris contro i sardi grazie al gol di Bedelj all'89', al termine di una partita soffertissima. Il Grifone si ritrova ora a -3 dalla squadra di Mazzarri, quartultima in classifica, e alla pari con la Salernitana, anche lei autrice di una vittoria salvifica contro la Fiorentina.

Primo tempo

Blessin schiera i suoi con il 4-2-3-1, con Galdames, Portanova e Amiri a supporto di Ekuban. Mazzarri va con la difesa a tre e il tandem Keita-Joao Pedro. Il primo tiro arriva solamente alla mezz'ora, dopo tanti minuti di errori tecnici e difese ben collocate in campo. Ad effettuarlo è Amiri, che raccoglie un pallone dal limite dell'area e lo gira fuori di poco. Il Cagliari si affida più alle ripartenze, che finora, però, sortiscono ben pochi effetti. La prima frazione, incolore e povera di emozioni, si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo

I sardi aprono la ripresa con un palo di Joao Pedro, che innescato da Marin al 48' fa scorrere un brivido sulla schiena di Sirigu. Il Genoa soffre ma resiste agli assalti avversari, con anche Keita che al 63' impegna il portiere di casa dopo aver saltato netto Ostigard. All'80' va vicino al colpo grosso anche Rog, che calcia però sull'esterno della rete. La beffa, per gli ospiti, arriva all'89': proprio nel loro momento peggiore, i liguri trovano una carambola in area che favorisce Badelj, il quale calcia un rigore un movimento e non lo sbaglia. 1-0 per il Grifone al minuto 89.

Leggi anche: F1 GP Imola, doppietta della Red Bull

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?