Manolo Gabbiadini (Afp)
Manolo Gabbiadini (Afp)

Bologna, 10 gennaio 2019 - A sconvolgere la finestra invernale di calciomercato quest'oggi ci pensa la Sampdoria. Manca ancora l'ufficialità, ma i blucerchiati sono riusciti a riportare in Italia Manolo Gabbiadini dopo la pessima esperienza in Inghilterra con la maglia del Southampton. La formula che gli consentirà di ritornare a Genova sarà quella del prestito con obbligo di riscatto ma, come già detto, per l'ufficialità e la firma si dovrà attendere domani, quando verrà sottoposto alle visite mediche.

Gabbiadini è atterrato a Milano già questa mattina e non sono mancate le prime dimostrazioni di affetto per i suoi ex tifosi della Sampdoria, con cui ha già giocato tra il 2013 e il 2015 prima di vestire la maglia del Napoli.

Mentre Ferrero gioisce per il ritorno a casa del suo giocatore, per le altre squadre è ancora tempo di lavorare sodo per trovare nuovi talenti o respingere grandi assalti. L'ultimo è il caso del Napoli: avevamo già parlato dell'interesse del PSG per Allan, uno degli inamovibili di Ancelotti. I parigini avevano messo sul piatto circa 90 milioni di euro ma De Laurentiis ha risposto piazzando sul giocatore un cartellino di almeno 100 milioni di euro, una cifra folle che potrebbe fermare, almeno per il momento, le avanzate degli estimatori.

Se però il PSG dovesse cedere e accettare di pagare l'ingente somma di denaro, ecco che il Napoli ha già in pungo l'alternativa: si tratterebbe di Nicolò Barella, grande obiettivo di molte big in giro per l'Europa. Per convincere il Cagliari a lasciarlo andare Giuntoli avrebbe preparato un'offerta di 40 milioni di euro a cui aggiungere i cartellini di Rog e Ounas, per un totale di 80 milioni di euro.

Non sono soltanto gli azzurri a doversi preoccupare per una cessione eccellente già a gennaio. Anche in casa Milan le acque sono molto agitate a causa di Gonzalo Higuain e quella chiamata da parte di Maurizio Sarri: l'argentino non sta vivendo un buon momento di forma con i rossoneri e ricongiungersi all'allenatore che gli ha permesso di raggiungere il record di gol segnati in una stagione in Serie A potrebbe riportarlo sulla cresta dell'onda.

Al momento però il Chelsea non ha avanzato nessuna offerta, anche perché il club punta su profili più giovani rispetto al Pipita su cui oltretutto pesa un cartellino da 50 milioni di euro. A forzare la mano però ci ha pensato Nicolas Higuain, fratello e agente del giocatore che è volato a Londra questa mattina per convincere i Blues a formulare una proposta. Sarri abbraccerà di nuovo il suo pupillo?