Arsene Wenger
Arsene Wenger

Milano, 8 aprile 2021 - Il Mondiale del 2022 potrebbe fare da teatro a una novità importante per quanto riguarda il fuorigioco, da sempre uno dei temi più dibattuti in fase di "moviola". Con l'avvento del Var, gli errori arbitrali in materia si sono sostanzialmente azzerati, dato che i controlli vengono effettuati attraverso un sistema di tracciamento e proiezione delle linee eseguito da un apposito tecnico su indicazione degli assistenti in video. Un procedimento che, a partire dalla kermesse in programma in Qatar, potrebbe diventare automatico, in modo da risparmiare tempo durante i check. A rivelarlo è Arsene Wenger, ex allenatore dell'Arsenal e attualmente Head of Football Development alla Fifa.

Il meccanismo nei dettagli

"Penso che sarà pronto per il Mondiale. Sto spingendo molto affinché sia ultimata la tecnologia del fuorigioco automatico, cioè un segnale che indica una posizione di offside inviato direttamente all'assistente.  Sull'orologio che ha al polso si accenderà una luce rossa che gli dirà se è fuorigioco oppure no - spiega il francese al programma Living Football Television - Al momento ci sono situazioni in cui i giocatori sembrano in linea e bisogna aspettare prima di riuscire a capire se sono o meno in offside. Mediatamente, il tempo di attesa è di circa 70 secondi, a volte di un minuto e 20 secondi, a volte un po' più lungo quando la situazione è particolarmente difficile da analizzare. Molti gol vengono annullati per una questione di centimetri e dopo diverso tempo, è un peccato che i giocatori esultino per poi restare delusi". 

Leggi anche: Bayern Monaco-Psg 2-3