Koulibaly in azione contro il Milan (Ansa)
Koulibaly in azione contro il Milan (Ansa)

Napoli, 13 marzo 2021 - Vincere rispettivamente per continuare a coltivare i sogni scudetto e Champions League: entrambi reduci da due successi (contro Verona e Bologna), Milan e Napoli nella gara in programma domenica 14 marzo alle 20.45 al Meazza hanno voglia di confermare che il momento brutto è alle spalle, oltre a dare un'ulteriore zampata in classifica.

Le probabili formazioni

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Dalot, Kjaer, Tomori, T. Hernandez; Tonali, Kessié; Saelemaekers, Calhanoglu, Krunic; Leao. All.: Pioli

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, M. Rui; F. Ruiz, Bakayoko; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All.: Gattuso

Orari tv e dove vederla

Milan-Napoli (fischio d'inizio alle 20.45) sarà trasmessa in diretta tv e in esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Uno (numero 201 del satellite, 472 e 482 del digitale terrestre), Sky Sport Serie A (numero 202 del satellite e 473 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite). Disponibile anche lo streaming sul dispositivo SkyGo.

Qui Milan

 

Non solo il gol all'ultimo respiro di Kjaer che tiene accesa la fiammella della speranza di spuntarla nel doppio confronto di Europa League contro il Manchester United: le buone notizie per Pioli fioccano e tra esse si annoverano i rientri dall'infermeria di Theo Hernandez, Rebic e Calhanoglu, mentre restano fuori causa Maldini, Bennacer, Mandzukic, Ibrahimovic e Romagnoli. Il terzino tornerà a sinistra, con a destra Dalot (preferito a un Calabria non in perfette condizioni) e la coppia Kjaer-Tomori al centro davanti a Donnarumma. I mediani saranno Tonali e Kessié, mentre l'altro ballottaggio alberga sulla trequarti, dove Saelemaekers e Castillejo sono in lotta per una maglia: alla fine dovrebbe spuntarla il belga, con Krunic e il rientrante Calhanoglu a completare la batteria a supporto di Leao, in vantaggio su Rebic, a sua volta tornato da poco in gruppo.

Qui Napoli

Se Pioli riabbraccia vari giocatori, Gattuso ne perde altri: si tratta di Rrahmani e Manolas, che vanno a fare compagnia in infermeria a Lozano (slitta la sua guarigione), Petagna e il lungodegente Ghoulam. Soprattutto in difesa le scelte del tecnico calabrese sono ridotte all'osso, con Meret che sarà protetto da Di Lorenzo e Mario Rui sulle corsie e la coppia obbligata composta da Maksimovic e Koulibaly al centro. In mezzo al campo agiranno Fabian Ruiz e Bakayoko, con Politano, Zielinski e Insigne a supporto di Osimhen, tornato al gol dopo un girone di digiuno.

Leggi anche - Serie A, Sassuolo-Verona 3-2