Niccolò Zaniolo, centrocampista della Roma (Ansa)
Niccolò Zaniolo, centrocampista della Roma (Ansa)

Roma, 16 luglio 2020 - La Roma vince con il Verona, ma Paulo Fonseca lavora su ogni minimo dettaglio per completare al meglio la stagione. Un diverbio tra Gianluca Mancini e Zaniolo durante la partita aveva fatto intravedere qualche scricchiolio nel rapporto tra i due, cosa che l'allenatore portoghese ha commentato nel post gara.

“Sono dalla parte di Mancini" ha detto Fonseca. "Zaniolo doveva fare di più per aiutare la squadra e non l’ha fatto. Penso che Zaniolo deve capire che quando entra deve innanzitutto lavorare per la squadra, oggi non l’ha fatto e non mi è piaciuto. Qui tutti devono lavorare prima per lo squadra, oggi non sono soddisfatto del suo atteggiamento".

Situazione che probabilmente si risolverà al prossimo confronto in spogliatoio ma che rende chiara l'idea di come Fonseca voglia puntare a tenere con la testa dentro la stagione la squadra, che oltre a correre in campionato per evitare di fare i lunghi preliminari di Europa League e qualificarsi direttamente ai gironi, dovrà fare in modo di ben figurare anche nell'edizione di quest'anno, che per la Roma scatterà a inizio agosto con l'ottavo di finale contro il Siviglia.

Infatti tra le sue altre dichiarazioni, trova spesso spazio il fattore caratteriale. “Io penso che adesso è importante non pensare al passato, ma solo al presente e al futuro, che è quello su cui possiamo lavorare. Ora dobbiamo pensare alla gara con l’Inter che è la più importante. Abbiamo vinto tre partita di fila, adesso pensiamo al presente che è recuperare i calciatori e la partita contro l’Inter”.” ha aggiunto il portoghese.