Fiorentina-Inter, l'arbitro consulta la Var (Ansa)
Fiorentina-Inter, l'arbitro consulta la Var (Ansa)

Firenze, 24 febbraio 2019 - Ci sarà sicuramente una coda polemica dopo Fiorentina-Inter, i nerazzurri vanno avanti 1-3 (assegnato anche un rigore con il Var) poi i viola rientrano e pareggiano al 100' con un penalty di Veretout molto contestato dai nerazzurri. Per Abisso una serata thriller che difficilmente dimenticherà.

SIMEONE E VECINO - Partita che subito offre emozioni, al primo minuto Simeone approfitta del vento e di una dormita della difesa nerazzurra per siglare il vantaggio con l’aiuto di De Vrij, quattro minuti dopo Vecino pareggia con una volèe di destro, il Var verifica per oltre tre minuti la posizione dell’uruguaiano e alla fine la marcatura viene convalidata. Uno a uno. La partita col passare dei minuti si assesta e si tranquillizza, complici anche squadre molto corte. Al 29’ Gerson recupera palla in mediana bruciando Vecino, poi si invola verso la porta ma calcia a lato. La Fiorentina pressa e non consente all’Inter di manovrare con ordine e qualità, anche se nel finale di tempo il gioco dei nerazzurri migliora e infatti qualche palla pericolosa in area inizia a circolare. Su una in particolare Lafont mette in angolo su tentativo di Perisic. E’ il preludio alla rete che arriva al 41’ con una magia di Politano che si accentra e col sinistro buca il portiere viola sorpreso dalla velocità del pallone. Pochi minuti dopo Perisic può siglare il tris in ripartenza, ma la botta mancina è di poco alta. Al riposo l’Inter è avanti due a uno. 

Fiorentina-Inter, rivivi la diretta

VAR E RIGORE - La ripresa si apre subito con un episodio da moviola, su una palla aerea Fernandes tocca col braccio, Abisso viene richiamato al Var e alla fine concede il rigore: Perisic trasforma il 3-1. Pioli reagisce subito e inserisce Muriel e Pjaca per provare a raddrizzare le sorti del match, la scelta sembra pagare con l’immediata marcatura di Biraghi che però è viziata da un fallo del colombiano su D’Ambrosio segnalata dal Var a Abisso, il quale va a visionare le immagini e a non convalidare il gol. Ma la Fiorentina accorcia al 74’ con una splendida punizione di Muriel dai 30 metri: 2-3 con un gol da cineteca. Si arriva al finale con 7 minuti di recupero, all’ultimo su un cross di Chiesa interviene D’Ambrosio forse con il braccio, per Abisso è rigore ma ancora il Var gli consiglia la visione delle immagini. Il direttore di gara conferma la decisione nonostante tutti i dubbi del caso lasciati dal replay. Veretout trasforma il 3-3 al minuto 100 di gara. Non c'è tempo per altro, finisce in parità ma sicuramente il rigore finale lascerà diverse polemiche sul piatto e sull’utilizzo del Var.