Nikola Milenkovic (Ansa)
Nikola Milenkovic (Ansa)

Firenze, 7 dicembre 2020 - La Fiorentina affronta il Genoa nel posticipo del lunedì della decima giornata di Serie A. Se è forse prematuro considerare il match come uno scontro salvezza, sicuramente esso rappresenta un bivio importante dal punto di vista psicologico per entrambe le squadre. I viola giocano un ottimo secondo tempo, si vedono annullare un gol per fallo di Bonaventura e subiscono a sorpresa la rete di Pjaca al minuto 89. Milenkovic pareggia allo scadere, al minuto 98, dopo una mischia confusa in area nel corso dell'ultima azione della partita. I toscani salgono a quota 9 in classifica, mentre i rossoblù salgono a 6 e rimangono penultimi.

Primo tempo

Prandelli schiera il 4-3-3 con Callejon e Ribery accanto a Vlahovic. Maran risponde con il 3-5-2 e il tandem offensivo Scamacca-Shomurodov. Al primo minuto di gioco la Fiorentina guadagna una punizione da posizione decentrata sulla trequarti, Pulgar calcia in maniera velenosa e impegna Marchetti sul proprio palo. Il match è vivo, agonisticamente attivo e ricco di ribaltamenti di fronte, ma senza particolari occasioni da gol. Ribery ci prova alla mezz'ora al volo, riuscendo ad impattare di collo una sventagliata di Castrovilli proveniente dalla destra; il pallone termina però molto lontano dalla porta del Genoa.

Secondo tempo 

In apertura di secondo tempo Vlahovic prepara bene la conclusione dalla distanza, ma col piede debole spara altissimo in curva. Il Genoa soffre molto in questi primi minuti della ripresa. Bonaventura di testa ha un'ottima chance al 51' ma non trova la porta, poco dopo Ribery si ritrova sui piedi una sponda involontaria dello stesso centrocampista ex Milan, ma viene chiuso tempestivamente dalla difesa del Grifone. La pressione costante della Fiorentina premia gli uomini di Prandelli con il gol al minuto 70, che viene però annullato dal VAR. Amrabat arriva sul fondo sulla destra, il suo cross basso viene allungato da Vlahovic e Bonaventura infila il tap-in a porta vuota. Poco prima, però, la mezzala si era liberata da una marcatura in maniera fallosa, costringendo l'arbitro a riazzerare il punteggio. Paleari, che ha sostituito l'infortunato Marchetti tra i pali, blocca a terra un'occasione importante capitata sul destro di Amrabat, che dal cuore dell'area non riesce a trovare né la potenza né la precisione. 

All'89' arriva a sorpresa il vantaggio degli ospiti. Pjaca apre la difesa avversaria, un po' lenta a reagire, e buca Dragowski con un rasoterra preciso. Destro al minuto 94 sfiora il raddoppio in contropiede, ma il portiere di casa gli chiude la porta in faccia. I minuti di recupero si concludono in maniera incredibile: nell'ultima azione della partita, a pochissimi secondi dallo scadere, Milenkovic scaraventa in rete il gol del pari dopo una mischia confusa in area di rigore. La gara si chiude sull'1-1 al minuto 98.

Leggi anche: Sorteggio Mondiali 2022, ecco il girone dell'Italia