Ilicic decide la sfida contro la Fiorentina dal dischetto (Ansa)
Ilicic decide la sfida contro la Fiorentina dal dischetto (Ansa)

Firenze, 11 aprile 2021 - Fiorentina e Atalanta si affrontano nel posticipo domenicale della 30esima giornata di Serie A. La Dea sblocca la gara con la doppietta di Zapata nel primo tempo, al 13' e al 40'. A rispondere al colombiano è Vlahovic, che con un'altra doppietta al 56' e al 67' pareggia momentaneamente i conti. A decidere il match è un fallo da rigore di Martinez Quarta, che regala un rigore che Ilicic concretizza al 70'. I bergamaschi vincono 3-2 e salgono al quarto posto, a +2 dal Napoli che li succede e a -1 dalla Juventus terza; la Fiorentina resta a quota 30 punti, a +8 dal Cagliari terzultimo.

Fiorentina-Atalanta 2-3: rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Primo tempo

Iachini schiera i suoi con il 3-5-2 e la coppia offensiva Vlahovic-Kouamé. Gasperini parte con un flessibile 4-2-3-1 molto offensivo, con Muriel, Pasalic, Malinovskyi e Zapata in campo tutti assieme. L'Atalanta parte forte, costringe la Fiorentina a rimanere e bassa e segna alla prima opportunità. Al 13' Zapata stacca nel cuore dell'area su corner di Malinovskyi, indirizza bene verso la porta e batte Dragowski per lo 0-1. La Dea insiste e i viola soffrono terribilmente. Il portiere di casa è costretto agli straordinari su un colpo di testa di Gosens prima e su un tiro di controbalzo di Zapata poi per mantenere a galla i suoi. I toscani si affacciano all'area avversaria attorno alla mezz'ora, quando Caceres ci prova di testa ma colpisce a lato. Al minuto 40, però, Zapata trova il 2-0 su un assist delizioso di Malinovskyi che gli regala un uno contro uno con Dragowski, che il colombiano non fallisce.

Secondo tempo

La Fiorentina riduce lo svantaggio al 57'. Vlahovic riapre la partita al 57', quando in volée batte all'angolino Gollini dopo un'ottima sponda aerea di Caceres. Vlahovic completa l'opera al 67' firmando la propria doppietta personale; Kouamé si butta in profondità, salta Djimsiti e serve il compagno di squadra davanti alla porta sguarnita per il 2-2. La situazione di equilibrio dura pochissimo, perché Martinez Quarta commette fallo di mano in area di rigore e regala un penalty alla Dea. Dagli undici metri si presenta Ilicic, che batte il portiere per il 2-3. Vlahovic ha un altro lampo di testa, ma spedisce il pallone alto. L'Atalanta riprende in mano il pallino del gioco e Pasalic ha una occasione gigantesca all'83', ma calcia a lato di un soffio. Zapata fallisce un'altra chance poco dopo solo davanti a Dragowski, che lo ipnotizza e respinge la sua conclusione a botta sicura.

Tabellino

Fiorentina (3-5-2): Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta (32' st Venuti), Caceres, Bonaventura (32' st Callejon), Amrabat (25' st Borja Valero), Castrovilli (25' st Eysseric), Biraghi, Kouamè, Vlahovic. (1 Terracciano, 21 Rosati, 15 Maxi Olivera, 23 Venuti, 27 Barreca, 25 Malcuit, 28 Montiel, 36 Ponsi, 67 Munteneau). All.: Iachini.

Atalanta (4-2-3-1): Gollini, Toloi, Romero (1' st Djimsiti), Palomino, Gosens, De Roon, Freuler, Malinovskyi (18' st Ilicic), Pasalic, Muriel (18' st Maehle), Zapata (42' st Miranchuk). (57 Sportiello, 31 F.Rossi, 13 Caldara, 40 Ruggeri, 4 Sutalo, 20 Kovalenko, 7 Lammers). All.: Gasperini. 

Arbitro: Sacchi di Macerata.

Reti: nel pt 13' e 40' Zapata; nel st 13' e 22' Vlahovic, 25' Ilicic (rig,). Angoli: 6 a 0 per l'Atalanta. Recupero: 2' e 3'. Ammoniti: Romero, Pezzella, Amrabat, Milenkovic per gioco falloso.

Leggi anche: Darmian lancia l'Inter, 1-0 al Cagliari