Giovedì 11 Luglio 2024
GABRIELE SINI
Calcio

Fiorentina-Atalanta 1-1, Cabral su rigore risponde a Maehle

Viola e bergamaschi non vanno oltre il pareggio nel Monday Night di Serie A allo stadio Franchi

Cabral

Cabral

Firenze, 17 aprile 2023 - Fiorentina e Atalanta non sono andate oltre il pari, nel Monday Night di Serie A. La 30^ giornata di campionato si è chiusa con un 1-1 tra i viola e i bergamaschi, che si sono annullati a vicenda in un match emozionante, ricco di occasioni da gol, ma dal quale nessuno è riuscito a spuntarla. Il gol di Maehle aveva aperto le marcature al 37', ma il calcio di rigore di Cabral, provocato da un fallo di mano di Toloi, ha rimesso il risultato in equilibrio al 56'. La Dea sale così a quota 49 punti e resta ferma al sesto posto in classifica, a +4 dalla Juventus e a -4 dal Milan, che occupa il quarto posto valido per l'accesso diretto alla prossima Uefa Champions League. I viola di Vincenzo Italiano, invece, restano in nona piazza a +2 dal Sassuolo e a -2 dal Bologna. L'ultimo slot della zona europea, occupata proprio dalla squadra di Gian Piero Gasperini, dista ben sette lunghezze.

Le formazioni titolari

Vincenzo Italiano schiera la sua Fiorentina con il miglior undici possibile. In porta c'è Terracciano, in difesa Dodò e Terzic corrono sulle fasce, rispettivamente a destra e a sinistra, mentre Milenkovic e Martinez Quarta compongono la coppia di centrali. A centrocampo ci sono Castrovilli, Mandragora e Barak, in attacco il tridente offensivo vede Ikoné da una parte, Nico Gonzalez dall'altra e Cabral in mezzo. Gian Piero Gasperini preferisce la difesa a tre per l'Atalanta. Sportiello si trova tra i pali, coadiuvato dal pacchetto arretrato con Toloi, Djimsiti e Scalvini. Zappacosta e Maehle arano le fasce a tutto campo e De Roon e Koopmeiners lavorano come mediani. Ederson ha il compito di svariare tra le linee, a supporto di Zapata e Hojlund.

Primo tempo

L'Atalanta rischia di incassare un gol già al secondo minuto, quando un calcio di punizione di Mandragora permette a Martinez Quarta di colpire di testa e andare molto vicino alla porta di Sportiello. La Dea non si fa pregare e risponde alle offensive viola, prima con Hojlund che non riesce a capitalizzare un cross di Zappacosta, e poi con Zapata, che servito proprio dal compagno di reparto non riesce a coordinarsi e ad effettuare il tap-in vincente a pochi passi dalla porta sguarnita. Poco dopo Barak fa partire un sinistro da circa venti metri, che il portiere dei bergamaschi riesce a bloccare in due tempi, non senza un brivido. I toscani continuano a premere e al quarto d'ora è Cabral che scalda i guantoni di Sportiello da oltre venti metri, guadagnandosi solamente un calcio d'angolo. I padroni di casa continuano a cercare con insistenza la soluzione da fuori area: al minuto 20 Nico Gonzalez fa partire un sinistro stupendo dal centro destra, il pallone gira verso l'incrocio del secondo palo, ma termina a lato di pochissimo. Tre minuti dopo cerca fortuna anche Mandragora, che è però parecchio più impreciso rispetto ai suoi compagni. Sportiello è bravo e fortunato al 24', quando sugli sviluppi di un calcio d'angolo Cabral incorna di testa, trova una deviazione e la sfera viene respinta, in qualche modo, dall'estremo difensore orobico, che salva in corner nuovamente. Nico Gonzalez ci riprova dai venti alla mezz'ora e trova un'altra risposta pronta del portiere avversario, oggi particolarmente attivo. Dall'altra parte è Zapata, finalmente, a provare a dare una scossa con una conclusione da lontano, che termina però in curva. Nonostante la grande fatica fatta fino a questo momento, è proprio l'Atalanta a portarsi in vantaggio con un guizzo al minuto 37. Maehle sguscia via centralmente dopo un'azione confusa, evita un paio di difensori puntando la porta e batte a tu per tu Terracciano per lo 0-1. Negli ultimi minuti la Fiorentina cerca di rendersi pericolosa, senza però riuscire a creare insidie particolari. Le squadre vanno al riposo con gli ospiti sopra di un gol.

Secondo tempo

In avvio di ripresa la Fiorentina spinge con convinzione e crea un paio di occasioni interessanti. Al 49' Barak spreca da ottima posizione con un sinistro troppo debole e comodo per Sportiello, mentre al 51' Castrovilli, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, conclude troppo largo d'esterno. Il Var però richiama il direttore di gara per un fallo di mano di Toloi, commesso nella propria area dal difensore dell'Atalanta. Dopo un controllo al monitor, l'arbitro concede il calcio di rigore ai viola, che pareggiano il risultato con Cabral dal dischetto al minuto 56. La Dea si fa vedere al 61' con Zapata, innescato da Koopmeiners, che tocca in mezzo per Hojlund il quale non arriva sulla sfera. Comincia la girandola delle sostituzioni e al minuto 70 è nuovamente Koopmeiners ad accendere la luce e cercare il cross per Hojlund, che incorna fuori dallo specchio della porta difesa da Terracciano. La Fiorentina reagisce al 73', quando Biraghi su calcio di punizione diretto colpisce in pieno il palo alla destra di uno Sportiello già battuto. Nico Gonzalez prova la soluzione dalla distanza poco dopo, senza creare però alcun pericolo alla difesa avversaria. La partita resta molto equilibrata quando si entra negli ultimi dieci minuti di gioco. Gasperini getta nella mischia Boga per dare più rapidità in avanti e cercare qualche contropiede, per contrastare il possesso palla e le avanzate dei viola, che hanno preso le redini del gioco e vanno all'assalto in cerca del tutto per tutto. La squadra di Italiano fatica terribilmente a sfondare e non riesce ad allargare le maglie strette della retroguardia ospite. L'Atalanta, invece, proprio con Ederson su cross di Koopmeiners va vicina al colpaccio al minuto 89. Sportiello fa un miracolo al 93' su Bonaventura, che di testa va vicinissimo al gol del vantaggio: il portiere orobico blocca il pallone sulla linea di porta. Dall'altra parte ci prova Cabral, che da posizione defilata spara di poco sopra la traversa. Boga spreca una chance proprio allo scadere: scatta palla al piede in contropiede e sbaglia l'appoggio centrale per Muriel, che avrebbe potuto concludere a rete.

Il tabellino del match

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Dodò, Milenkovic, Martinez Quarta, Terzic (72' Biraghi); Castrovilli (90+2' Bianco), Mandragora, Barak (65' Bonaventura); Ikoné (46' Brekalo, 65' Sottil), Cabral, Nico Gonzalez. Allenatore: Italiano. Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Djimsiti, Scalvini (76' Palomino); Zappacosta, Ederson, De Roon, Maehle; Koopmeiners; Zapata (84' Boga), Hojlund (70' Muriel). Allenatore: Gasperini. Marcatori: 37' Maehle, 56' Cabral Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata. Note - Ammoniti: Maehle, Ederson, Toloi, Martinez Quarta Leggi anche: Champions League, quarti di finale: probabili e tv