Chelsea, Kai Havertz in gol contro il Manchester City (Ansa)
Chelsea, Kai Havertz in gol contro il Manchester City (Ansa)

Oporto, 29 maggio 2021 - Per conquistare la sua seconda Champions League al Chelsea basta la rete siglata al 42' da Havertz, bravo a capitalizzare al meglio il gran suggerimento in verticale di Mount. Per il resto, i ragazzi di Tuchel, che dimentica così la finale persa l'anno scorso, sono bravi a difendere il prezioso bottino nonostante il forfait di Thiago Silva, sostituito da un eccellente Christensen: un muro per il City, la cui occasione più ghiotta arriva in pieno recupero con la girata di esterno di Mahrez che sfiora l'incrocio dei pali. Un rimpianto enorme per Guardiola e soprattutto per Aguero, che chiude tra le lacrime la sua lunghissima militanza a Manchester, città che, sponda City, deve ancora aspettare per rompere la maledizione Champions.

Manchester City-Chelsea 0-1

Primo tempo

Dopo un inizio contratto su entrambi i fronti, all'8' Sterling prova a spezzare l'equilibrio sfruttando un rinvio errato di Ederson: arrivato in area, il numero 7 aggira Mendy e vede il suo tacco deviato in maniera provvidenziale in corner. Il Chelsea replica al 10' con Havertz, che apparecchia per il rimorchio di Werner, che liscia incredibilmente la conclusione. L'ex Lipsia ci riprova altre due volte a cavallo del quarto d'ora di gioco: in una calcia troppo debolmente tra le braccia di Ederson e nell'altra, da posizione defilata, trova solo l'esterno della rete dopo una deviazione della difesa del City. Il Chelsea insiste a sinistra, dove ha un certo predominio: al 17' Chilwell crossa e pesca Kanté, che di testa non centra il bersaglio grosso. Il City si salva in qualche modo e pian piano cresce: al 28' Foden affonda in area e per stopparlo serve un miracoloso intervento in scivolata di Rudiger. Poco dopo Walker scende a destra e mette al centro una grande palla che Mahrez non aggancia per un soffio. I ritmi calano anche a causa dell'interruzione forzata per l'infortunio occorso a Thiago Silva, sostituito da Christensen. Il dispiacere del difensore brasiliano e dell'intero Chelsea dura poco perché al 43' Havertz porta in vantaggio i suoi sfruttando un passaggio geniale in verticale di Mount e l'uscita non proprio perfetta di Ederson.

Secondo tempo

L'alba della ripresa è funestata dallo scontro tra Rudiger e De Bruyne: quest'ultimo ha la peggio e viene rimpiazzato da Gabriel Jesus. Alla ripresa Foden prova a sorprendere Mendy dalla distanza ma la mira non è precisa. Al 69' Mahrez mette in mezzo un gran pallone: solo l'intervento in anticipo di Azpilicueta evita il peggio ai suoi. Il City fa la partita e il Chelsea prova a far male in contropiede: è ciò che succede al 73', quando Havertz parte in velocità e serve al centro Pulisic (subentrato a Werner), che con un tocco morbido verso il palo lontano grazia Ederson. La banda Guardiola continua il proprio assedio, forte anche dell'ingresso di Aguero (all'ultima recita con la maglia del City) e lo fa spesso con il solito Mahrez: al 90' Christensen è provvidenziale nell'anticipo su Foden. Nei 7' di recupero l'algerino si mette in proprio con una girata di esterno da fuori che mette i brividi a un immobile Mendy: la palla esce di un soffio e il portiere senegalese può tirare un sospiro di sollievo insieme all'intero Chelsea, che vince la sua seconda Champions League grazie a una prestazione pragmatica e soprattutto alla rete di Havertz siglata al tramonto del primo tempo.

Tabellino

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Ruben Dias, Zinchenko; Bernardo Silva (19' st Fernandinho), Gundogan, Foden; Mahrez, De Bruyne (15' st Gabriel Jesus), Sterling (32' st Aguero). In panchina: Steffen, Carson, Mendy, Ake', Laporte, Cancelo, Eric Garcia, Rodri, Ferran Torres. Allenatore: Guardiola. 

CHELSEA (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Thiago Silva (39' pt Christensen), Rudiger; James, Jorginho, Kantè, Chilwell; Havertz, Mount (35' st Kovacic); Werner (21' st Pulisic). In panchina: Caballero, Arrizabalaga, Emerson, Zouma, Alonso, Gilmour, Hudson-Odoi, Ziyech, Giroud. Allenatore: Tuchel. 

ARBITRO: Antonio Mateu (Spagna). 

RETE: 42' pt Havertz. NOTE: serata serena, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Gundogan, Rudiger, Gabriel Jesus. Angoli: 3-1 per il Manchester City. Recupero: 3' pt, 7' st. 

Rivivi il match

 

Leggi anche - Europa League, il Villarreal batte il Manchester City ai rigori