Foto ANSA
Foto ANSA
Lisbona (Portogallo), 9 giugno 2020 – Il Sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia proprio oggi ha auspicato una riapertura almeno parziale degli stadi tra agosto e settembre pur nel pieno rispetto delle norme sanitarie. Un auspicio, secondo quanto riportato da Sky Sport, condiviso anche dalla UEFA che starebbe cercando di organizzare a porte aperte la Finale di Champions League.

Restano però da sciogliere gli ultimi noti legati alla data dell’atto conclusivo della massima competizione europea per club, che inizialmente era stata programmata per il 30 maggio e successivamente è stata provvisoriamente spostata al 29 agosto (si parla però di un possibile anticipo al 23 agosto), e alla sede del match che potrebbe non essere più Istanbul ma Lisbona, la quale sembrerebbe in vantaggio su Madrid e Francoforte. Possibile poi anche un cambio di format che prevederebbe l’introduzione di una Final Eight disputata dalle squadre qualificate ai quarti. Ogni decisione – anche quelle legate all’Europa League (possibile finale il 21 agosto a Francoforte o Gelsenkirchen e non Danzica come inizialmente previsto) – verrà comunque presa nel prossimo Comitato Esecutivo della UEFA, in programma il 17 giugno.