Fienga ribadisce la volontà della Roma di voler giocare il campionato
Fienga ribadisce la volontà della Roma di voler giocare il campionato

Roma, 21 aprile 2020 - La Serie A ha espresso la sua volontà di terminare la stagione e così molte voci hanno commentato gli sviluppi di questa faccenda. Per la Roma si è esposto l'amministratore delegato Guido Fienga, che ha confermato la volontà dei giallorossi di terminare la stagione. "La posizione della Roma è quella di terminare questo percorso che, come tutti i cittadini italiani, sta cercando di minimizzare il più possibile l’impatto del coronavirus. Noi da subito siamo stati oltremodo sensibili nel mettere al primo posto la tutela e la salute di tutti, dai giocatori ai tifosi. Ricordo l’incertezza prima della partita di Europa League col Siviglia che ci vide subito assumere una posizione molto forte".

Secondo Fienga l'importanza del calcio è chiave anche per la ripresa generale del Paese. "Per tutti i cittadini e tutte le attività industriali, l’ambizione è quella di tornare a una normalità, o meglio a una nuova normalità, che non può non essere la normalità di prima ma deve essere in convivenza con il coronavirus che purtroppo oggi è il nuovo elemento che dobbiamo tenere in considerazione nella ripresa delle attività"..

La sua convinzione poi è stata ribadita con concetti aggiuntivi. "Più che convinto di questo, sono convinto dell’aiuto e del ruolo che può dare il calcio alla ripresa di questa nuova normalità. Penso che per le attività produttive e per la vita normale di tutti cittadini, riprendere oggi in convivenza con il coronavirus significa avere la possibilità di avere un accesso facilitato e a basso costo a sistemi di diagnosi veloce e sicura. È l’unico modo fin quando non ci sarà un vaccino per questo coronavirus per provare a riprendere la propria attività normale, che è l’aspirazione di tutti, e limitare i rischi".

Si aspettano dunque nuovi scenari dai prossimi incontri, ma è chiaro che al momento la direzione presa sembra chiarissima."Dalla riunione di mercoledì mi aspetto un confronto costruttivo e non solo semplicemente sulla data: ma su cosa si può fare insieme tra istituzioni e calcio e il contributo di quest’ultimo, che può essere formidabile non solo per la ripresa del campionato ma soprattutto per la nostra vita normale" ha concluso Fienga.