Federico Chiesa
Federico Chiesa

Milano, 4 aprile 2020 – Sarà una estate bollente. Da un lato il calcio proverà a ripartire per chiudere la stagione 2019/2020 – possibile la ripresa al 20 maggio sforando oltre il 30 giugno – dall’altro i club lavoreranno alacremente sul mercato per rafforzarsi in vista del campionato 2020/2021. E la sessione estiva potrebbe diventare pure invernale se la Fifa confermerà l’intenzione di creare una lunga finestra da luglio a dicembre. In casa Inter si profila l’ennesimo duello con la Juventus.

CHIESA A 60 MILIONI – Uno dei principali obiettivi di mercato dell’estate sarà sicuramente Federico Chiesa. Nonostante il rilancio e gli investimenti del neo proprietario Rocco Commisso, il figlio d’arte potrebbe lasciare la Fiorentina per tentare il grande salto in una big. Prima dell’emergenza coronavirus era partita la trattativa per il rinnovo, ora in standby come tutte le operazioni di mercato, e le parti si riparleranno una volta riprese le attività, ma all’orizzonte si scorge l’assalto delle grandi d’Italia, Inter e Juve in primis. Ma su quello che sarà il mercato peserà anche il capitolo crisi finanziaria del calcio: le perdite economiche saranno importanti se il campionato non riprenderà e anche gli investimenti sul mercato dipenderanno da questo. La Juve, si sa, continua a puntare Mauro Icardi e se l’Inter sbloccasse questo affare potrebbe avere via libera su Federico Chiesa. Il succo del discorso è che servono almeno 60 milioni, cifra che l’Inter proverà a raggiungere inserendo un paio di contropartite. Una è Dalbert, già alla Fiorentina in questa stagione, ma è soprattutto la seconda a poter fare gola ai viola: Radja Nainggolan. Il belga è a Cagliari, scelta di vita maturata anche per dolorose vicende familiari, ma la sua permanenza in Sardegna dipende anche dall’investimento che vorrà o non vorrà fare il patron Giulini per trattenerlo. Già solo l’ingaggio è di 4 milioni e rende proibitiva la trattativa. Ecco perché Nainggolan può diventare utile sul fronte Fiorentina per provare a convincere la dirigenza viola con un elemento che in Serie A può ancora fare la differenza. Sullo sfondo resta però la Juventus che, come successo per Lukaku, vorrà mettere i bastoni tra le ruote all’Inter. Sarà ancora derby d’Italia.