L'inatteso passaggio del turno dell'Ucraina
L'inatteso passaggio del turno dell'Ucraina

In quattro per un posto nella finale degli Europei 2021: sono Repubblica Ceca, Danimarca, Ucraina e Inghilterra. Domani sabato 3 luglio è la giornata dei quarti di finale della competizione: dalle ore 18 a Baku, capitale dell’Azerbaigian, in campo Repubblica Ceca e Danimarca (diretta su Rai 1 e Sky Sport 1); dalle 21 allo stadio Olimpico di Roma, Ucraina-Inghilterra (televisivamente discorrendo, idem come sopra). Seconda del gruppo B, la Danimarca ha travolto il Galles 4-0 nella prima tornata degli ottavi di finale, mentre la Repubblica Ceca ha ottenuto una prestigiosa affermazione contro l’Olanda (2-0).

La vincente di questo quarto di finale affronterà Ucraina o Inghilterra nella semifinale di Wembley di mercoledì 7 luglio. Repubblica Ceca/Cecoslovacchia e Danimarca si sono affrontate 25 volte in passato, con i cechi vincenti in 13 occasioni e battuti solo 2 volte. L’ultimo incrocio tra le due squadre è stato un 1-1 in amichevole a Mlada Boleslav il 15 novembre 2016. I cechi hanno vinto gli Europei come Cecoslovacchia nel 1976 e raggiunto la finale alla prima partecipazione da Repubblica Ceca nel ’96, soccombendo 2-1 contro la Germania. La Danimarca ha vinto Uefa Euro 1992 da ripescata (al posto della Jugoslavia), è arrivata quarta nel 1964 e ha raggiunto la semifinale nel 1984.

Repubblica Ceca (4-2-3-1); Vaclik; Coufal, Celustka, Kalas, Boril; Holes, Soucek; Masopust, Barak, Sevcik; Schick. Diffidati: Coufal, Hlozek, Masopust. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Darida. Danimarca (3-4-3): Schmeichel; Christensen, Kjaer, Vestergaard; Wass, Hojbjerg, Delaney, Maehle; Braithwaite, Poulsen, Damsgaard. Diffidati: Damsgaard, Delaney, Jensen, Wass. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Eriksen, Poulsen, Wass. “La Danimarca è davvero forte come squadra, il suo stile è simile al nostro. Dobbiamo eguagliarla nell’impegno e nell’approccio – invita i suoi il cittì della Repubblica Ceca, Jaroslav Silhavy –. Un semplice errore può decidere l’intera partita. Credo che sarà una partita molto combattuta e saranno i dettagli a deciderla”.

“Non si può certo dire che ci manchino le motivazioni. Giochiamo per tutta la Danimarca e abbiamo due sogni: vincere qualcosa, ispirare ed emozionare. Abbiamo una filosofia a cui ci atteniamo, ma oltre a questo c’è anche spazio per le riflessioni tattiche, il posizionamento in campo e l’abilità dei singoli”, le parole di Kasper Hjulmand, il selezionatore danese. Si è fatto un gran parlare di Ucraina-Inghilterra nei giorni precedenti all’incontro: questo per la situazione pandemica in Inghilterra, a causa del cospicuo aumento dei contagi da Covid-19 per la variante Delta. Per questo motivo sono stati dichiarati nulli dall’Uefa i biglietti già acquistati dagli inglesi per la gara. Il governo britannico aveva già caldamente invitato i tifosi inglesi a evitare la trasferta italiana.

Si sono disputate 7 sfide tra Ucraina e Inghilterra, considerando tutte le competizioni e anche le partite amichevoli: l’Ucraina ha vinto solamente in un’occasione, 1-0 con gol di Nazarenko il 10 ottobre 2009, per le qualificazioni ai Mondiali di Sudafrica 2010. Le ultime due sfide sono finite in pareggio. L’Ucraina ha segnato solamente tre reti e mai più di una a partita. E gli ultimi confronti tra queste due Nazionali hanno prodotto soltanto quattro gol, due per parte. Gli uomini di Southgate non hanno ancora subito gol in questa edizione della competizione: solo la Germania, nel 2016, c’era riuscita nella storia degli Europei.

Per quanto riguarda il campionato d’Europa, il miglior piazzamento dell’Inghilterra è la terza posizione raggiunta nel 1968 e 1996 (in quest’ultima edizione da paese ospitante e a pari merito con la Francia). L’Inghilterra è l’unica Nazionale di calcio, tra quelle laureatesi campioni del mondo, a non aver mai vinto l’alloro continentale. Per l’Ucraina il miglior risultato agli Europei è questo quarto di finale. Ucraina (5-3-2): Bushchan; Karavaev, Zabarnyi, Kryvtsov, Matviyenko, Zinchenko; Sydorchuk, Stepanenko, Shaparenko; Yarmolenko, Yaremchuk. Assenti: Besedin. Diffidati: Dovbyk, Shaparenko, Sydorchuk, Yarmolenko. Inghilterra (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Henderson, Phillips; Saka, Mount, Sterling; Kane. Diffidati: Foden, Maguire, Phillips, Rice.

“L’Inghilterra è una grande squadra. Ha una panchina molto lunga e un fantastico staff tecnico. Siamo consapevoli che sarà molto dura – osserva Andriy Shevchenko, il ct ucraino –. È incredibilmente difficile farle gol, ma non dobbiamo essere intimoriti dalla sua forza, anzi dobbiamo essere ancora più motivati perché nel calcio come nella vita tutto è possibile”. “Quando siamo entrati negli spogliatoi dopo aver battuto la Germania stavamo già parlando di questa partita. Quella coi tedeschi è stata una prestazione immensa, ma mentalmente e fisicamente si paga. Dobbiamo assicurarci di recuperare bene”, fa sapere Gareth Southgate, il commissario tecnico inglese.