Ivan Perisic fermato dal Covid
Ivan Perisic fermato dal Covid

Timori per un focolaio agli Europei 2020 dopo la positività di Ivan Perisic al test sul Coronavirus. L'ala sinistra della nazionale croata, asintomatico, dovrà quindi fermarsi alla vigilia dell'otttavo di finale con la Spagna, in programma domani a Copenaghen, e di fatto il suo Europeo si ferma qui, a prescindere dai risultati della Croazia. Un vero rimpianto per l'interista protagonista fin qui di un torneo da protagonista con già due reti all'attivo nel girone D, quella contro la Repubblica Ceca e infine il gol nella vittoria per 3-1 contro la Scozia. Ed è proprio quest'ultimo match a finire sotto osservazione: qualche giorno prima del match, lo scozzese Billy Gilmour era risultato positivo ed era stato fermato. Di conseguenza, Mason Mount e Ben Chilwell, che si erano intrattenuti con il compagno di squadra Gilmour sono stati messi in isolamento per 10 giorni dopo aver parlato con il compagno di club Gilmour, dopo lo 0-0 tra Inghilterra e Scozia del 18 giugno, ma nessun giocatore scozzese era stato messo in quarantena. Il timore è dunque che qualche giocatore scozzese possa aver trasmesso il virus. Per il momento nessun altro giocatore croato risulta contagiato, al secondo giro di tamponi. 

Il comunicato

Perisic "osserverà un periodo di 10 giorni d'isolamento e non parteciperà alle partite della Nazionale croata durante questo periodo. L'equipe medica ha isolato Ivan dagli altri componenti della Nazionale e immediatamente informato della situazione le autorità epidemiologiche competenti, fornendo le prove di avere adottato le misure necessarie per prevenire la diffusione del coronavirus", comunica la Federazione, specificando di avere ricevuto i risultati del test del giocatore ieri sera.  Il medico della nazioale Sasa Jankovic, dal canto suo, sottolinea che "abbiamo rispettato i protocolli sin dal primo giorno"; "Considerando questi nuovi sviluppi, lo staff medico sta facendo il possibile per prevenire l'ulteriore diffusione del virus. Spiace che Perisic salti la sfida con la Spagna, gli auguriamo un veloce recupero dal Covid con meno sintomi possibili"

La sfida con la Spagna

"Non dobbiamo guardare agli altri, rispettiamo tutti e vale anche per la Spagna. Ma anche loro sanno che siamo una squadra di qualita' e non saranno felici di giocare contro di noi. Dovremo essere molto motivati, il nostro obiettivo e' raggiungere i quarti". Zlatko Dalic non si sente sfavorito nell'ottavo di domani a Copenaghen contro le Furie Rosse, nemmo dopo il forfait di Perisic. "Sara' molto difficile sostituirlo ma abbiamo soluzioni di qualita' e sono sicuro che chiunque andra' in campo, giochera' al suo meglio per aiutare la squadra. Potra' giocare allo stesso livello di Perisic? Ne dubito ma siamo coperti in quel ruolo e avremo sicuramente una soluzione di qualita'", aggiunge il ct croato, che si aspetta una bella spinta anche dagli spalti: "Sara' grandioso finalmente vedere tanti nostri tifosi allo stadio. Ci stimolano sempre, sono il nostro giocatore in piu'. Speriamo domani di non deluderli".

Il compagno Brozovic

"Sappiamo tutti quanto Perisic sia importante per questa squadra - le parole in conferenza stampa di Marcelo Brozovic, compagno anche all'Inter - ma abbiamo abbastanza giocatori che possono sostituirlo. La Spagna? Sappiamo che gioca un calcio fatto di possesso ma non significa nulla, sta a noi essere al nostro massimo livello e vincere".