Il ct dell'Ucraina Andriy Shevchenko
Il ct dell'Ucraina Andriy Shevchenko

Roma, 20 giugno 2021 - Dopo Italia – Galles e Svizzera – Turchia, la chiusura del girone A con la qualificazione di Italia e Galles (e probabilmente Svizzera, come una delle migliori terze), lunedì 21 giugno cala il sipario sui gruppi C e B. Per il “C” dalle 18 ad Amsterdam, ecco Macedonia del Nord – Olanda (Sky Sport), e a Bucarest Ucraina – Austria (Sky Sport); per il B dalle 21 a Copenaghen Russia – Danimarca (Sky Sport) e a San Pietroburgo Finlandia – Belgio (Rai 1 e Sky Sport).

Il ct azzurro Mancini si gode lo splendido colpo di tacco durante la sfida ai britannici, gli ex Primavera del Milan (dopo Locatelli, Pessina) e soprattutto il record di Pozzo (anche per lui, come per il commissario tecnico dei 2 Mondiali, del ’34 e ’38 e dell’Olimpiade di Berlino ’36, 30 partite consecutive senza sconfitte). Pandev rischia di saltare l’incontro odierno con i tulipani. L’esperto attaccante ha un problema alla caviglia, rimediato nella gara con l’Ucraina, e non ha partecipato alla seduta d’allenamento di ieri. La sua presenza è in bilico.

 

Non ci sarà, invece, Thorgan Hazard a San Pietroburgo, dove i Diavoli Rossi del Belgio affronteranno la Finlandia. L’esterno sinistro del Borussia Dortmund soffre di una lieve lesione al legamento interno del ginocchio sinistro: per lui le cure del caso.

Intanto hanno fatto discutere le considerazioni di Antoine Griezmann, attaccante francese, sul giocare con il pubblico. Dopo il pari della sua Francia con l’Ungheria ha asserito. “È stata una partita difficile a causa della presenza del pubblico. Avevamo perso l’abitudine di giocare in uno stadio pieno e non ci siamo ritrovati”.

Macedonia del Nord-Olanda.

Queste saranno le probabili formazioni: Macedonia del Nord (4-4-2): Dimitrievski; S. Ristovski, Velkovski, Musliu, Nikolov; Ademi, Alioski, Bardi, Spirovski; Pandev, Elmas. I diffidati della Macedonia del Nord sono Alioski, Avramovski, Trajkovski e Velkovski. Olanda (5-3-2): Stekelenburg; Dumfries, De Ligt, De Vrij, Blind, Van Aanholt; F. De Jong, Gravenberch, Wijnaldum; Depay, Malen. In diffida: De Roon.

“Nel secondo tempo contro l’Ucraina siamo stati la vera Macedonia del Nord e abbiamo dimostrato che meritiamo di essere al Campionato Europeo – le parole del cittì Igor Angelovski –. È così che dobbiamo giocare contro l’Olanda. Vogliamo dare spettacolo e magari conquistare i primi punti nel torneo".

“La Macedonia del Nord merita di essere qui. Ha fatto bene ed è organizzata. Poi c’è quel volpone di Pandev, che fa sempre la differenza. È bello vedere che si diverte ancora e che può essere importante per il suo Paese. Non possiamo sottovalutarli, quindi non farò molte modifiche”, la replica di Frank de Boer, il tecnico orange.

Ucraina-Austria

Ucraina (4-3-3): Bushchan; Karavaev, Zabarnyi, Matviyenko, Mykolenko; Malinovskyi, Stepanenko, Zinchenko; Yarmolenko, Yaremchuk, Tsygankov. Diffidati: Shaparenko, Sydorchuk.

Austria (3-5-2): Bachmann; Dragovic, Alaba, Hinteregger; Lainer, Sabitzer, X. Schlager, Grillitsch, Ulmer; Baumgartner, Arnautovic. Diffidati: Alaba, Bachmann e Lainer.

“L’Austria è una compagine solida con giocatori di qualità. Sono compatti e forti atleticamente. Abbiamo grande rispetto per loro e ci aspettiamo una bella partita – sostiene Andriy Shevchenko –. Giocheremo entrambi per vincere, anche se sappiamo che un punto ci basterebbe”. “Gli ottavi di finale sono alla nostra portata. Ritroveremo Marko Arnautovic per questa partita. Siamo pronti”, assicura il ct Foda..

Finlandia-Belgio

Finlandia (3-5-2): Hradecky; O’Shaughnessy, Arajuuri, Toivio; Uronen, Kamara, Sparv, Kauko, Raitala; Pukki, Lod. In diffida: Kamara, Lod, O’Shaugnessy, Sparv.

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Denayer, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, Carrasco; Mertens, Lukaku, E. Hazard. In diffida: T. Hazard.

“Attediamo con impazienza quella che è probabilmente la partita più importante nella storia del calcio finlandese – osserva Markku Kanerva, il selezionatore –. Essere arrivati qui, con tutto nelle nostre mani, è fantastico. Possiamo anche vincere il girone. È tutto in ballo”.

“Vincere il girone è una cosa prestigiosa. Ci proveremo – lancia il… guanto(ne) di sfida il portiere belga Courtois –. La fase successiva potrebbe essere più facile se non si vince il girone, ma nel calcio ci possono essere sempre sorprese. Alla Coppa del Mondo c’è parso di soffrire di più col Giappone che non con il Brasile”.

Russia-Danimarca

Russia (3-4-2-1): Safonov; Barinov, Diveev, Dzhikiya; Mario Fernandes, Zobnin, Ozdoev, Karavaev; Miranchuk, Golovin; Dzyuba. In diffida: Barinov, Dzhikiya, Ozdoev.

Danimarca (4-3-3): Schmeichel; Mæhle, Kjaer, Christensen, Wass; Damsgaard, Hojbjerg, Delaney; Poulsen, Cornelius, Braithwaite. In diffida: Damsgaard, Jensen, Wass.

“Faremo di tutto per vincere la partita. Contro la Russia sarà incredibilmente difficile. È un’ottima squadra – afferma Kasper Hjulmand, il ct danese –. Non dovremo forzare niente. Sappiamo tutti quanto sia difficile forzare le cose. Dobbiamo invece mantenere un livello alto ed evitare errori. Sarà un’altra partita bella e lunga”. “Sarà la prima partita in trasferta in due fasi finali e senza i nostri tifosi. Tuttavia non è un problema – il parere di Stanislav Cherchesov, cittì della Russia –. Non abbiamo usato la parola ‘problema’ negli ultimi cinque anni. Si tratta di una situazione e sappiamo come gestirla. Il nostro compito è fare bene il nostro lavoro e fare risultato”.