Il derby del Regno Unito. Il piatto più gustoso dal punto di vista geopolitico dell'ottava giornata degli Europei è il match fra Inghilterra e Scozia delle 21. Grandi suggestioni arrivano anche dal match delle 18 fra Croazia e Repubblica Ceca. Una partita che soltanto pochi anni fa si sarebbe potuta disputare tranquillamente anche in finale. Una giornata di gare particolarmente interessanti. La classifica del gruppo D vede al primo posto con 3 punti Repubblica Ceca e Inghilterra e, di conseguenza dopo una sola gara disputata, Croazia e Scozia a inseguire a zero punti. 

Svezia-Slovacchia

La giornata comincia con l'unica gara del gruppo E del 18 giungo. La Slovacchia è reduce dal successo a sorpresa contro la Polonia ed è prima in classifica in solitaria nel girone E. Uno sgambetto alla Svezia vorrebbe dire centrare una qualificazione insperata in un raggruppamento in cui Spagna e Polonia erano le favorite alla vigilia. Si gioca alle 15 a San Pietroburgo
Svezia(4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Danielson, Augustinsson; S. Larsson, Olsson, Ekdal, Forsberg; Isak, Berg. All. Andersson
Slovacchia (4-2-3-1): Dubravka; Pekarik, Satka, Skriniar, Hubocan; Kucka, Hromada; Haraslin, Hamsik, Mak; Duda. All. Tarkovic.

Croazia-Repubblica Ceca

Croazia e Repubblica Ceca non sono più le Nazionali dei Nedved, Rakitic, Srna, Jarni, Cech, Stanic, Suker, Simic. Ma di certo sanno come offrire spettacolo. Anche perché entrambe le formazioni giocano un calcio fisico e grintoso. Ad avere il tasso tecnico più alto è senza dubbio la Croazia. Basti pensare a Modric, Kovacic e Perisic insieme. La Repubblica Ceca però ha in Coufal e Kalas due mastini nella retroguardia. E in avanti c'è il talento di Schick...

Si gioca alle 18 a Glasgow
Croazia (4-3-3): Livakovic; Vrsaljko, Vida, Caleta-Car, Barisic; Modric, Brozovic, Kovacic; Rebic, Kramaric, Perisic. All. Dalic.
Repubblica Ceca (4-2-3-1): Vaclik; Coufal, Kalas, Celustka, Boril; Kral, Darida; Masopust, Soucek, Jankto; Schick. All. Šilhavý.

Inghilterra-Scozia

Nella prima partita degli Europei l'Inghilterra ha creato molto gioco, ma è riuscita a concretizzare solo con Sterling. Un po' in ombra Kane, giocatore sul quale la formazione di mister Southgate punta solitamente molto. La Scozia invece all'esordio ha subìto la pressione  della Repubblica Ceca, non riuscendo a pungere in maniera determinante. Anche perché l'attacco ha poche volte ricevuto palloni giocabili. Nel derby del Regno Unito Dykes sarà l'unico terminale d'attacco per gli scozzesi. Si gioca a Londra alle 21.

Inghilterra (4-3-3): Pickford; Walker, Stones, Mings, Trippier; Phillips, Rice, Mount; Foden, Kane, Sterling. All. Southgate
Scozia (3-4-2-1): Marshall; Hendry, Hanley, Cooper; O'Donnell, Armstrong, McTominay, Robertson; McGinn, Fraser; Dykes. All. Clarke.

Dove vedere le partite

Le gare delle 15 e delle 18 sono visibili su Sky e Now, quella delle 21 anche in chiaro su Raiuno.