L’attesa è finita. Questa sera alle 21 all’Allianz Arena di Monaco di Baviera gli azzurri di Roberto Mancini sfideranno il Belgio di Mertens e Lukaku per un posto in semifinale. Il precedente più recente a Euro 2016, quando fu 2-0 Italia firmato da Giaccherini e Pellè.

Qui azzurri:

Due i principali dubbi che Mancini si porta alla vigilia di questo match. Il primo, riguarda il centrale che affiancherà Leo Bonucci nella difesa della porta di Gigio Donnarumma: se fino all’allenamento di ieri Acerbi sembrava favorito per una riconferma dopo la prestazione con l’Austria, ora risalgono le quotazioni di capitan Giorgio Chiellini: lo juventino ha recuperato dopo l'infortunio patito contro la Svizzera, e la scelta dovrebbe ricadere su di lui visto che sa come fermare Lukaku. Negli scontri tra Inter e Juve infatti la marcatura fisica di Giorgio ha sempre dato problemi al gigante belga, Mancini ci spera anche per questa sera.

L’altro dubbio di formazione riguarda l’esterno destro d’attacco: dopo le partite del girone, Domenico Berardi sembrava essere sicuro della titolarità, ma la prestazione non all’altezza contro l’Austria ha riacceso il ballottaggio con Federico Chiesa che, proprio contro gli austriaci, ha spaccato la partita con i suoi strappi e la fantastica giocata per l’1-0. Finora, Chiesa è stato il dodicesimo uomo di questa squadra, il primo cambio. Lo stato di forma dimostrato nei quarti di finale però ha messo parecchi dubbi nella testa di Mancini che potrebbe sceglierlo dall’inizio.
Per il resto formazioni confermata, 4-3-3  con Donnarumma tra i pali, davanti a lui Di Lorenzo, Bonucci Chiellini e Spinazzola, a centrocampo confermati Barella Jorginho e Verratti nonostante la prova non brillantissima contro l’Austria e davanti Chiesa e Insigne agiranno affianco a Ciro Immobile.

Qui Belgio:

In casa Belgio preoccupano invece le condizioni di Eden Hazard, esterno offensivo del Real Madrid, e Kevin De Bruyne, motore del centrocampo belga e del Man City di Pep Guardiola. I due sono usciti malconci dal quarto di domenica sera contro il Portogallo. Il commissario tecnico del Belgio, Roberto Martinez, in conferenza stampa è sembrato pessimista riguardo il possibile impiego delle sue due stelle dall’inizio. Non è da escludere però che si possa trattare di pretattica: se per Hazard le chances di un impiego dal primo minuto sono davvero minime (soffre ancora per un problema muscolare all’adduttore) diverso è il discorso per De Bruyne che sicuramente non è al 100% dopo la distorsione alla caviglia subita contro i lusitani, ma per dare una mano ai suoi proverà a stringere i denti ed essere al centro del campo. Per il resto la formazione scelta da Martinez dovrebbe essere la stessa dei quarti di finale: un 3-4-2-1 con Courtois in porta, Alderweireld, Vermaelen e Vertonghen a comporre il terzetto difensivo, Mounier e Thorgan Hazard (fratello della stella del Real) a tutta fascia, Tielemans e Witsel in mezzo per dare equilibrio. Davanti, De Bruyne e Carrasco agiranno alle spalle di Romelu Lukaku.

Dove vederla:

La partita, in programma questa sera alle 21 all'Allianz Arena di Monaco, casa del Bayern, si potrà seguire su Sky Sport 1, Sky Sport football e Sky Sport 251. Inoltre il match sarà trasmesso anche in chiaro su Rai 1.

 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, DI Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola, Barella, Jorginho, Verratti, Chiesa, Immobile, Insigne. Ct Mancini

BELGIO (3-4-2-1): Courtois, Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen, Meunier, Tielemans, Witsel, T.Hazard, De Bruyne, Carrasco, Lukaku. Ct Martinez