Attila Fiola
Attila Fiola

Davide ha fermato Golia. Alla Puskas Arena piena stracolma all'inversomilie e (e senza lo straccio di una mascherina) i padroni di casa dell'Ungheria strappano un 1-1 preziosissimo contro la Francia campione del mondo in carica e tra le favorite del torneo. Eroe di giornata Fiola, autore del gol dell'iniziale 1-0 che costringe la fortissima Francia a rimboccarsi le maniche per trovare il pari con Griezmann. Eppure il protagonista indiscusso della giornata è appunto Fiola che per tenere fede a un nome di battesimo importante - Attila, nomen omen - si scatena in un festeggiamento pazzesco. Dopo il gol vola sotto gli spalti e tenta di distruggere la postazione di una giornalista a bordo campo che lì per lì reagisce con uno sguardo terrorizzato. Poi anche lei si lascia andare ai festeggiamenti insieme al resto dello stadio. La scena ha fatto impazzire i social dove le immagini stanno facendo il giro del mondo. In Italia sono molti ad ironizzare sul  nome ricordando Diego Abatantuono in "Attila il flagello di dio" e le frasi celebri del film cult degli anni '80 divenuto celebre per le tante e divertenti frasi fatte.