Quattro fra le favorite per il successo finale degli Europei scendono in campo nella nona giornata del torneo. Quella di sabato 19 giugno è una giornata calda per milioni di appassionati di calcio, basti pensare che nel giro di poche ore giocano tanto la squadra campione del mondo in carica, ovvero la Francia, quanto la detentrice del titolo europeo, cioè il Portogallo. Due partite del gruppo F e una del girone E chiudono il secondo turno del torneo continentale.

Ungheria-Francia

Il giocatore con la valutazione più alta al mondo, Kylian Mbappè, contro una Nazionale i cui giocatori in totale non fanno il suo valore. Cento milioni di euro contro un valore di mercato di 74,50 milioni. Se si giocasse sulla carta, la gara di oggi non potrebbe che vedere un punteggio tennistico a favore della Francia. Ma, come affermava il filosofo Vujadin Boskov, "Pallone entra quando Dio vuole" e quindi tutto è possibile. Vincendo, i transalpini avrebbero il passaggio del turno quasi assicurato. Molto dipenderà dal Portogallo. Si gioca alle 15 a Budapest.
Ungheria (3-5-2): Gulacsi; Fiola, Orban, At. Szalai; Lovrencsics, Schäfer, Nagy, Kleinheisler, Varga; Ad. Szalai, Sallai. All. Rossi
Francia (4-3-3): Lloris; Pavard, Varane, Kimpembe, Hernandez; Pogba, Kanté, Tolisso; Mbappé, Benzema, Griezmann. All. Deschamps

Portogallo-Germania

Una cerca la riscossa, l'altro i punti necessari per passare agli ottavi di finale con un turno di anticipo. Quella fra Portogallo e Germania è una parata di stelle. I lusitani hanno dimostrato di essere pimpanti seppur inevitabilmente Ronaldo-dipendenti, mentre i teutonici sono sembrati alla ricerca di fiducia nei propri mezzi. Mezzi che hanno, peraltro, in abbondanza. Si gioca alle 18 a Monaco di Baviera.
Portogallo (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Ruben Dias, José Fonte, Guerreiro; Sergio Oliveira, Danilo Pereira, Bruno Fernandes; Bernardo Silva, Joao Felix, Cristiano Ronaldo. All. Santos
Germania (3-4-3): Neuer; Ginter, Hummels, Rüdiger; Kimmich, Kroos, Gündogan, Gosens; Müller, Gnabry, Havertz. All. Low.

Spagna-Polonia

Le due deluse, con grande sorpresa, del girone E si affrontano in uno scontro diretto che vale la speranza di qualificazione agli ottavi. Spagna e Polonia hanno cominciato gli Europei come peggio non potevano e ora si trovano ad essere obbligate a vincere per non far finire anzitempo la propria avventura agli Europei 2020. La Polonia non vede l'ora che il bomber Lewandowski riesca a sbloccarsi, mentre la Spagna punta soprattutto sul collettivo. Si gioca alle 18 a Siviglia.
Spagna (4-3-3): Unai Simon; Marcos Llorente, Laporte, Pau Torres, Gayà; Thiago, Rodri, Fabian Ruiz; Dani Olmo, Gerard Moreno, Ferran Torres. All. Louis Enrique.
Polonia (3-4-1-2): Szczesny; Helik, Glik, Bednarek; Bereszynski, Linetty, Moder, Rybus; Zielinski; Lewandowski, Swierczok. All. Paulo Sousa.

Dove vederle in tv

La partita delle 15 fra Ungheria e Francia è trasmessa da Sky e in streaming da Now, le altre due sono invece visibili tanto su Sky e Now quanto su Raiuno.