Scontri tra hooligan e polizia inglese
Scontri tra hooligan e polizia inglese

Londra, 12 luglio 2021 - Botte, sangue, violenza. Prima e soprattutto dopo il triplice fischio della finalissima di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra gli scontri tra hooligan e polizia metropolitana hanno infiammato Londra. Ben 49 le persone arrestate e 19 gli agenti feriti. Nel mirino degli ultras sono finiti anche alcuni sostenitori degli Azzurri e le bandiere del nostro Paese.

F1, Lando Norris rapinato a Wembley dopo la partita

Cosa dicono i giornali inglesi dopo Italia-Inghilterra

Il video dei tafferugli a Wembley

Il filmato che è circolato di più (anche perché rilanciato da diversi politici, tra cui Matteo Salvini, leader della Lega) ritrae uno scontro tra due gruppi di tifosi. Molti utenti hanno etichettato il video come un vero e proprio pestaggio nei confronti dei supporter italiani, anche se la realtà è leggermente differente.

 

Cosa sappiamo

Il filmato è stato girato prima della finalissima, anche perché si vede chiaramente la luce del sole. Un gruppo di tifosi inglesi tenta di forzare i tornelli dello stadio di Wembley per entrare a vedere la partita senza pagare. Si scatena il parapiglia. Il cordone degli steward cede e i supporter irrompono. Uno di loro è avvolto nel tricolore. Le persone che sono già all'interno dello stadio iniziano a pestare quelle che tentano di entrare. L'assalto alla fine viene respinto e le porte vengono richiuse.

Cosa non sappiamo

Lo scontro non è avvenuto tra le due tifoserie. Alcuni degli hooligan potrebbero perfino essere agenti in borghese della sicurezza: come si vede dal video l'uomo in camicia scozzese e pantaloni corti (tra i più violenti) non viene mai affrontato direttamente dagli steward, che anzi a più riprese gli si avvicinano in tutta tranquillità. Le numerose maglie blu che si vedono nel video sono quasi sicuramente tutte seconde divise dell'Inghilterra. L'unico vero tifoso italiano è quello che si vede per pochi secondi avvolto nel tricolore, ma si capisce anche dal video che non è lui l'obiettivo delle violenze.

Il tuffo nel Tamigi

 

Il tuffo che nelle ultime ore ha spopolato sul web (comunque meno spettacolare di quelli dell'attaccante inglese Raheem Sterling) molto probabilmente invece è un falso. Nel video che subito dopo la finale degli Europei ha iniziato a circolare si vede un uomo, a bordo di una chiatta, che viene gettato a forza da altre due persone in quello che sembrerebbe essere il Tamigi. Secondo Scotland Yard, il filmato - partito da un profilo Snapchat (l'utente si chiama LambethDrillNews) – non sarebbe stato girato a Londra subito dopo la finalissima. “Non esiste un posto come quello in città”, ha riferito la polizia al giornale online My London. Inoltre nessuno si è presentato per fare denuncia.

Fumogeni XXX

Diversi tifosi inglesi si sono fatti riprendere anche mentre, a poche ore dal calcio d''inizio, ingannavano l'attesa e stemperavano la tensione accendendo un fumogeno e posizionandolo dove non batte il sole. “I nostri supporter – hanno commentato amaramente diversi media britannici – sono sempre i più chic”.

Tifoso italiano spintonato

 

Un altro video che è stato ripreso anche da diverse testate riprende invece lo scontro tra un tifoso italiano (avvolto nel tricolore) e un gruppo di hooligan. Quando la situazione inizia a surriscaldarsi interviene fortunatamente la polizia.

Tricolori calpestati

 

Prima della partita sono stati diversi i tifosi inglesi che hanno calpestato la nostra bandiera per le strade di Londra e non si sono tirati indietro nemmeno di fronte alle telecamere. In uno dei tanti filmati apparsi sul web si vede un gruppetto che con evidente compiacimento cammina sopra la nostra bandiera.