Cristiano Ronaldo (Ansa)
Cristiano Ronaldo (Ansa)

Roma, 26 giugno 2021 - Ci attende una domenica vibrante, specie in serata: a Uefa Euro 2020 si disputeranno due gare degli ottavi di finale: dalle 18 alla Puskas Arena di Budapest Olanda – Repubblica Ceca (diretta su Sky), dalle 21 all’Estadio de la Cartuja di Siviglia Belgio - Portogallo (Rai 1 e Sky). Chi tra Olanda e Repubblica Ceca supererà gli ottavi se la vedrà con la vincente di Galles – Danimarca sabato 3 luglio alle 18 a Baku. La vincente della sfida tra Italia e Austria sfiderà chi passa il turno tra Belgio e Portogallo venerdì 2 luglio alle 21 a Monaco di Baviera. L’Olanda si è classificata al primo posto del gruppo C vincendo le 3 partite del girone alla Johan Cruijff ArenA di Amsterdam, segnando 8 gol e chiudendo col miglior attacco della fase a gironi. Dall’altro lato i cechi si sono qualificati come una delle quattro migliori terze, arrivando dietro Inghilterra e Croazia nel gruppo D con 4 punti. Questo sarà il terzo incrocio tra le due Nazionali in una fase finale dell’Europeo.

Nella fase a gironi di Uefa Euro 2000, l’attuale ct orange, Frank De Boer, segnò dal dischetto l’unico gol della partita ad Amsterdam. Le due squadre hanno dato vita a una delle più entusiasmanti partite della fase a gironi a Uefa Euro 2004: sotto di due reti, la formazione diretta da Bruckner rimontò l’Olanda vincendo 3-2. L’attuale cittì della Repubblica Ceca, Jaroslav Silhavy, è stato vice di Bruckner all’Europeo del 2004, in Portogallo. La Cecoslovacchia ha battuto l’Olanda nell’unica sfida a eliminazione diretta, risalente alla semifinale dei Campionati Europei del 1976, vinti proprio dai cecoslovacchi. L’Olanda ha partecipato a nove fasi finali dei Campionati Europei: gli olandesi hanno mancato la qualificazione a Uefa Euro 2016 per la prima volta dall’Europeo del 1984.

Vittoriosa nel 1988 - unico trofeo della Nazionale – l’Olanda è arrivata terza nei Campionati Europei del 1976 e ha raggiunto la semifinale nel 1992, 2000 e 2004 da nazione co-organizzatrice. La Repubblica Ceca si è qualificata a tutte le fasi finali EURO dalla dissoluzione della Cecoslovacchia nel 1993. La nazione ha vinto la competizione come Cecoslovacchia nel 1976 e raggiunto la finale alla prima partecipazione da Repubblica Ceca nel 1996, quando ha perso 2-1 contro la Germania. Oalnda (5-3-2): Stekelenburg; Dumfries, De Ligt, De Vrij, Blind, Van Aanholt; De Jong, De Roon, Wijnaldum; Depay, Malen. Repubblica Ceca (4-2-3-1): Vaclik; Coufal, Celustka, Kalas, Kaderabek; Soucek, Holes; Masopust, Darida, Jankto; Schick.

“La Repubblica Ceca è una squadra molto tosta. Ogni volta che l’affrontiamo è sempre una partita molto difficile – sostiene Memphis Depay, miglior uomo-assist nelle qualificazioni continentali (8) –. Dovremo dare il cento per cento se vogliamo passare il turno”. Belgio e Portogallo è la prima volta che si sfidano in una fase finale degli Europei. Entrambe le squadre hanno segnato 7 gol nella fase a gironi. Il Belgio ha vinto tutte e tre le partite ed è arrivato primo nel gruppo B. Nonostante tre gol di Cristiano Ronaldo, capocannoniere, il Portogallo ha vinto solo una volta e si è dovuto accontentare del terzo posto nel gruppo F dietro Francia e Germania. I 6 precedenti risalgono alle qualificazioni, con le due partite più recenti giocate prima di Uefa Euro 2008. I lusitani si imposero 4-0 a Lisbona con doppietta di Ronaldo e 2-1 a Bruxelles con gol della vittoria di Postiga.

Quelle furono le prime vittorie del Portogallo all’Europeo contro il Belgio, che aveva vinto in casa e pareggiato in trasferta nelle qualificazioni per i tornei del 1972 e 1980. Il Belgio è alla seconda partecipazione consecutiva a una fase finale dei Campionati Europei, la sesta in totale. Il miglior piazzamento dei diavoli rossi risale al 1980, quando furono sconfitti in finale per 2-1 dalla Germania Ovest a Roma. Eden Hazard e Kevin De Bruyne hanno confezionato 7 assist nelle qualificazioni. Hazard ha segnato 5 gol, De Bruyne 4; Romelu Lukaku ha totalizzato 7 gol e 4 assist. A Uefa Euro 2016, come in questo torneo, l’undici di Fernando Santos è arrivato terzo nel gruppo F dietro Ungheria e Islanda, con tre pareggi su tre. In finale ha battuto la Francia per 1-0 grazie a un gol di Eder ai supplementari.

Cristiano Ronaldo ha segnato 11 gol nelle qualificazioni, uno in meno del capocannoniere Harry Kane dell’Inghilterra. Ronaldo ha collezionato il maggior numero di presenze alla fase finale degli Europei: 24. Capocannoniere assoluto della competizione con 45 gol, è anche il miglior marcatore della fase finale con 14. Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, T. Hazard; Carrasco, Lukaku, E. Hazard. Portogallo (-4-3-3): Rui Patrício; Nélson Semedo, Rúben Dias, Pepe, Guerreiro; Palhinha, Renato Sanches, João Moutinho; Bernardo Silva, Ronaldo, Diogo Jota. “Il Portogallo non sarà un avversario facile, ma noi ci prepariamo da mesi per queste partite – assicura Roberto Martínez, il commissario tecnico belga –. Affrontarli ora o più avanti non dovrebbe fare la differenza. Come squadra devi farti trovare sempre pronto”.