L'abbraccio tra Lukaku e Ronaldo
L'abbraccio tra Lukaku e Ronaldo

 

Sarà il Belgio l'avversario dell'Italia nei quarti di finale di Euro 2020, in programma venerdì 2 luglio alle 21 all'Allianz Arena di Monaco di Baviera. Per far avanzare la Nazionale di Martinez è stata sufficiente la grande sventola dalla distanza al 42' di Thorgan Hazard, mentre nella ripresa il Portogallo campione in carica si è fatto preferire, centrando anche un palo con Guerreiro all'83'. Non solo gioie per il Belgio, che in vista dell'impegno contro gli azzurri di Mancini dovrà valutare le condizioni dell'altro Hazard, il ben più famoso Eden e di De Bruyne, entrambi usciti malconci in una partita più nervosa che spettacolare che potrebbe anche essere l'ultima con il Portogallo di un Cristiano Ronaldo piuttosto deludente, così come Lukaku sull'altro fronte.

Primo tempo

 Il primo guizzo è di marca portoghese: è il 6' e un grande strappo di Renato Sanches alimenta l'azione di Diogo Jota, che da buona posizione strozza troppo la conclusione. La replica belga arriva al 10' con la botta troppo alta di Eden Hazard. Al 25' entra in scena Cristiano Ronaldo, che impegna Courtois con una staffilata da calcio piazzato: la sfera termina sulla testa di Palhinha, che non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Al 37' sull'altro fronte non ha precisione nemmeno Meunier col suo esterno a giro. E' invece perfetta la conclusione con cui al 42' Thorgan Hazard porta in vantaggio il Belgio dopo aver ricevuto la palla proprio dal numero 15.

Secondo tempo

 
Il Portogallo prova ad alzare i ritmi per pervenire al pareggio: ci provano Ronaldo (murata la sua botta dalla distanza) e soprattutto Diogo Jota, che riceve proprio da CR7 e dal cuore dell'area spara alle stelle. Al 61' servono invece i guantoni di Courtois per disinnescare il colpo di testa del neo entrato Joao Felix: poco dopo si fa vedere l'altro volto nuovo Bruno Fernandes, che da fuori non inquadra lo specchio della porta. Al 63' non è preciso neanche il mancino di Lukaku dopo una bella trama tra i fratelli Hazard. Complice un nervosismo eccessivo su entrambi i fronti, le occasioni cominciano a scarseggiare almeno fino all'80', quando André Silva incorna fuori il bel suggerimento di Bruno Fernandes: sempre di testa all'82' ci prova Ruben Dias e questa volta occorono i riflessi di Courtois per impedire il pareggio. Pareggio che rischia di materializzarsi anche all'83', quando solo il palo sulla staffilata al volo di Guerreiro salva un Belgio in affanno. L'assedio continua all'85', quando ancora una volta una botta di Ronaldo viene respinta dalla difesa di Martinez: all'88' CR7 allunga di testa per André Silva, anticipato da una grande uscita di Courtois. Gli ultimi tentativi di marca portoghese sono due botte imprecise di Bruno Fernandes e Joao Felix che di fatto sanciscono l'eliminazione dei campioni in carica da Euro 2020.

Leggi anche - Euro 2020, a sorpresa fuori l'Olanda contro la Repubblica Ceca