Alessandro Florenzi nella partita fra Italia e Turchia
Alessandro Florenzi nella partita fra Italia e Turchia

A distanza di 21 anni quel ricordo che brucia ancora come il sale su una ferita aperta deve essere cancellato. Come? Battendo il Belgio e volando verso la vittoria degli Europei 2021. Perché, inutile nasconderlo, i Diavoli Rossi sono a oggi insieme alla Spagna e alla stessa Italia la Nazionale più forte ancora in gioco nella competizione continentale. Quella di domani 2 luglio non sarà una partita qualsiasi. Un po' perché sarà la gara dei quarti di finale di Euro2020 e un po' perché arriverà a 21 anni esatti dal golden gol - fortunatamente non più esistente - di David Trezeguet che regalò la vittoria alla Francia nella finale contro l'Italia agli Europei del 2000.  

Quello fu un Europeo esaltante per l'Italia, basti pensare alla semifinale contro l'Olanda durante la quale il portiere Francesco Toldo in piena trance agonistica aveva guidato la truppa italiana al grido di "Dai, tirate altri rigori". La speranza è che quella notte sportivamente drammatica del 2 luglio 2000 venga cancellata dalla notte trionfale del 2 luglio 2021.

Intanto dal campo arrivano buone notizie per gli azzurri: Alessandro Florenzi ha recuperato del tutto dall'infortunio si sta allenando con il gruppo. Anche Giorgio Chiellini è a pieno regime e quindi il ct Roberto Mancini ha finalmente a disposizione tutta la rosa. Non può affermare lo stesso Roberto Martinez: il commissario tecnico del Belgio non sa ancora se potrà disporre per la partita contro l'Italia di Eden Hazard e Kevin De Bruyne, due pedine fondamentali per il gioco dei Diavoli Rossi, che non si sono ancora allenati con i compagni. La loro presenza in campo per i quarti di finale, perlomeno dal primo minuto, appare sempre più difficile.