Arnautovic (ANSA)
Arnautovic (ANSA)

Vienna (Austria), 24 giugno 2021 – Nel suo passato c’è il nerazzurro della casacca dell’Inter, nel suo futuro, invece, molto probabilmente il rossoblu del Bologna (si parla di un affare in dirittura d’arrivo sulla base di un triennale da 2.5 milioni annui), ma il presente di Marko Arnautovic è l’Europeo che sta giocando con l’Austria che sabato affronterà l’Italia nel match valido per gli ottavi di finale. Proprio della sfida contro gli azzurri che si disputerà a Wembley ha parlato oggi l’attaccante classe 1989: “Dopo aver superato l’ostacolo Ucraina eravamo tutti emozionati, non solo il CT. Abbiamo scritto una pagina di storia per l’Austria e vogliamo continuare con questo passo perché il nostro cammino può essere ancora emozionante. Contro l’Italia dovremo giocare il nostro calcio e non pensare al fatto che non subiscono gol da undici gare, cosa che fa pensare possa finire male. Giocheremo contro una squadra di livello mondiale, basti pensare ai giocatori e all’allenatore. Le statistiche azzurre rivelano tutto ma la partita durerà 90’ minuti e non dovremo avere paura”.


Bonucci e Chiellini

Nessuna paura ma tanto rispetto per Chiellini e Bonucci che avranno il compito di impedirgli di andare a rete: “Giocano insieme da tanti anni e hanno vinto cose incredibili ma io non ho paura. Questa partita per tutti noi è molto importante perché essere agli ottavi di finale di un torneo come l’Europeo è qualcosa di straordinariamente grande per me e i miei compagni. Non conta avere venticinque o trentacinque anni”.

Leggi anche - Euro 2020, Inghilterra-Germania piatto forte degli ottavi